Carpegna Prosciutto Pesaro sconfitta in casa dall'Umana Reyer Venezia: 75-85. Playoff ancora possibili, si deciderà tutto con Napoli

Domenica 1 Maggio 2022 di Mirko Facenda
Carpegna Prosciutto Pesaro sconfitta in casa dall'Umana Reyer Venezia: 75-85. Playoff ancora possibili, si deciderà tutto con Napoli

CARPEGNA PROSCIUTTO 85

UMANA REYER 75          

CARPEGNA PROSCIUTTO: Mejeris 12 (4/6,0/1), Moretti 9 (2/5,1/3), Tambone 6 (1/2,1/3), Stazzonelli, Lamb 12 (2/4,2/6), Camara n.e, Zanotti 2 (1/2,0/1), Sanford 2 (1/7,0/2), Demetrio n.e, Delfino 14 (3/8,2/8), Jones 18 (9/18,0/1). All. Banchi.

UMANA REYER VENEZIA: Stone (0/1 da 3), Bramos 5 (1/2,1/2), Tonut 9 (2/3,1/4), Daye 8 (1/1,2/4), De Nicolao 9 (3/5 da 3), Morgan 8 (3/3 da 2), Mazzola, Brooks 2 (1/2,0/3), Theodore 20 (1/7,3/4), Cerella n.e, Vitali 2 (1/1,0/1), Watt 22 (8/12,1/1). All. De Raffaele.

ARBITRI: Lanzarini di Bologna, Perciavalle di Torino, Pepponi di Spello

PARZIALI: 20-22; 37-45; 59-67.

NOTE: Spettatori: 4839. Incasso:29937,35. Fallo tecnico a Banchi, Moretti, Morgan e Theodore. Uscito per cinque falli Tambone. Carpegna Prosciutto: 23/52 da 2, 6/25 da 3, 11/17 ai liberi. Falli fatti 20, subiti 17. Rimbalzi difensivi 20, offensivi 16, totali 36. Palle perse 8, recuperate 12. Assist 11. Valutazione 64. Umana Reyer: 17/32 da 2, 11/24 da 3, 14/16 ai liberi. Falli fatti 19, subiti 18. Rimbalzi difensivi 35, offensivi 7, totali 42, Palle perse 16, recuperate 4. Assist 16. Valutazione 107.

 

 

PESARO La Carpegna Prosciutto lotta fino alla fine ed esce tra gli applausi dei suoi tifosi, ma alla fine deve arrendersi contro l’Umana Venezia che ha più talento e fisicità. Nonostante la sconfitta la Carpegna Prosciutto rimane in corsa per i playoff, grazie alla vittoria esterna di Reggio Emilia a Trento e alla sconfitta di Trieste a Casale Monferrato, visto che ad oggi i biancorossi sono ottavi e si giocheranno tutto domenica prossima a Napoli contro la GeVi che si è salvata condannando la Fortitudo alla A2 assieme a Cremona. La serata si apre con un minuto di raccoglimento in memoria di Andrea Sciarrini ex giocatore della Vuelle e collaboratore Fip, scomparso prematuramente, mentre in tribuna ci sono i volontari della Protezione Civile invitati dalla società, ma anche il main sponsor Andrea Beretta. Venendo invece al campo il pivot della Carpegna Prosciutto Tyrique Jones prima della palla a due viene premiato dallo sponsor Butangas come il giocatore più “energico” della sua formazione in questo campionato, mentre il pubblico accoglie l’ex di serata Austin Daye con un applauso. L’inizio di gara invece è subito deciso da parte di Venezia che dal 2 a 2 passa con un parziale di 10 a 0 in suo favore sul 2 a 12. I ragazzi di coach Banchi sono un poco contratti, ma Mejeris e cinque punti consecutivi di Moretti riportano la Carpegna Prosciutto in scia (12-14). Il primo quarto scivola poi via sul filo dell’equilibrio. In avvio di secondo parziale è ancora Venezia a partire forte, ma la Vuelle c’è è rimane in scia fino a quando gli arbitri non decidono di ergersi a protagonisti visto che nei primi due quarti sanzionano ben due falli tecnici alla Carpegna Prosciutto e il pubblico giustamente non gradisce, visto che l’uscita e il ritorno in campo dei tre signori in grigio è accompagnato da sonori fischi, mentre l’Umana raggiunge sul finire del primo tempo il più 10 (35-45) e Jones fissa il risultato dei primi 20’ di gioco (37-45). Nel frattempo durante l’intervallo lungo il presidente della Fip Marche Davide Paolini premia l’ex presidente del Consorzio Pesaro Basket Luciano Amadori, per l’impegno profuso nei suoi anni di presidenza, mentre a seguire la Vuelle premia i suoi ventisei consorziati con il nuovo presidente Franco Arceci a fare gli onori di casa. In avvio di terzo quarto Venezia con Watt e Bramos vola sul più 13 (37-50), mentre Daye regala il massimo vantaggio ai suoi (44-61). I ragazzi di coach Banchi hanno orgoglio e risalgono fino al meno 8 (53-61) ma qualche errore di troppo permette alla Reyer di riallungare nel punteggio e portare a casa la gara. 

Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA