Nadia Toffa, la mamma rivela: «Si era innamorata di un uomo dolcissimo, poi lo aveva allontanato...»

Nadia Toffa, la mamma rivela: «Si era innamorata di un uomo dolcissimo, poi lo aveva allontanato...»
Nadia Toffa, la mamma rivela: «Si era innamorata di un uomo dolcissimo, poi lo aveva allontanato...»
di Emiliana Costa
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Dicembre 2019, 10:43 - Ultimo aggiornamento: 11:15

Nadia Toffa, la mamma rivela: «Si era innamorata di un uomo dolcissimo, poi lo aveva allontanato...». Margherita, la mamma 71enne della conduttrice delle Iene - morta a 40 anni per un cancro lo scorso 13 agosto - ha ricordato la figlia in un'intervista al Corriere della Sera.

LEGGI ANCHE:
La mamma di Nadia Toffa si commuove: «Mi diceva di non soffrire perché la vita è bella»

Parlando delle feste natalizie ha detto: «Quest’anno festeggeremo qui, in famiglia, come abbiamo sempre fatto. Lei ci sarà, c’è. La sento, ho fede. Abbiamo parlato tanto del dopo, credeva nella reincarnazione. Diceva ‘Mamma, meno male che ti ho incontrata. A te posso aprire l’anima’. Quanto mi faceva preoccupare con le sue inchieste… Quando è andata in Iraq non ho dormito fino al suo rientro in Italia. Ho imparato di più in quell’anno e mezzo con lei che in tutta la mia esistenza».



Poi mamma Margherita ripercorre gli ultimi giorni di Nadia Toffa: «Le ho raccontato una bugia: le ho detto che ero debilitata, che avevo bisogno di essere ricoverata alla Domus Salutis per delle cure. E le ho chiesto di venire con me, visto che avevamo promesso di non lasciarci. Non sapeva che è una struttura per malati terminali».

Margherita racconta anche di come negli ultimi periodi Nadia si sia chiusa, non volendo più ricevere nessuno. «Lei non lo ammetteva, ma alla fine era molto debole. Non voleva più incontrare gli amici, per non farsi vedere ammalata. Si era innamorata di un uomo dolcissimo, ma poi aveva allontanato anche lui con la scusa che non l’accompagnava a fare la chemio e la radio. Non era vero. Lui aveva capito e aveva rispettato la sua decisione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA