“E la vita torna”, il nuovo disco del cantautore Michele Pecora

Lunedì 1 Giugno 2020 di Gianluca Fenucci
Il cantautore Michele Pecora
MARINA DI MONTEMARCIANO “E la vita torna” e Michele Pecora può ben dirlo. Il cantautore che risiede a Marina di Montemarciano ha sette vite come i gatti e, dopo il successo della sua partecipazione alla trasmissione di Rai 1 “Ora o mai più”, seguito dai coach Angela Brambati e Angelo Sotgiu dei Ricchi e Poveri, torna ora alla ribalta con il nuovo singolo dal titolo “E la vita torna”. «La canzone è uscita l’8 maggio – dice il cantautore nato ad Agropoli, marchigiano d’adozione – e farà parte di un nuovo album a cui stavamo lavorando e che abbiamo dovuto temporaneamente sospendere a causa della pandemia ma che riprenderemo appena possibile». “E la vita torna” è un brano scritto nel settembre del 2019 eppure, per una certa casualità, tratta di temi e sentimenti che sono molto attuali per via dell’emergenza da Coronavirus. «E’ vero – dice Michele Pecora – perché in questi mesi ci siamo sentiti spiazzati e in qualche modo annichiliti ma non dobbiamo mai perdere la speranza e il forte desiderio di rinascita. La vita talvolta è dura e ci mette di fronte a prove molto difficili, ad ostacoli che sembrano insuperabili, però anche nell’emergenza e nelle difficoltà offre nuove opportunità e nuove occasioni di crescita e di miglioramento. Spesso proprio nel momento più duro e dove sembra che ci crolli il mondo addosso nasce una nuova opportunità e la cosa incredibile è proprio questa: noi neppure ce ne accorgiamo in quel momento, sopraffatti dalle ansie e dai dolori, dai timori e dal disagio. Invece, anche guardando ciò che è accaduto a me – sottolinea il cantautore – la vita tende a ridarti quello che in un altro momento ti ha tolto: ecco perché bisogna essere fiduciosi e pieni di speranza, senza abbandonarsi alla frustrazione». Oggi il mondo si è fermato all’improvviso: un fermo immagine che resterà per sempre impresso nella memoria di tutti noi. «Sembrava impossibile eppure è successo, come la trama di un film che forse avremmo preferito non vedere – dice Pecora - eppure si rivela un’occasione per rallentare la vita frenetica alla quale eravamo abituati, la possibilità di rivalutare gesti e consuetudini diventati routine. Odori, profumi dell’infanzia, delle persone che mi sono state accanto sono il mio bagaglio per la vita per vivere a piene mani il presente tenendo nel cuore i ricordi e il desiderio di conoscere il futuro – afferma il cantautore che vive nelle Marche dal 1970 – e mi ha fatto molto piacere, inoltre, che questa canzone sia stata scelta per un’iniziativa che è stata dedicata alle Case di Riposo della Valle del Fiastra della provincia di Macerata, grazie all’idea dell’imprenditore e amico Giorgio Longhi, fondatore del noto brand GiorgioMare, un piccolo grande pensiero d’amore per gli anziani, i più fragili e più colpiti dall’epidemia, coloro che con saggezza ci hanno regalato la capacità di guardare con fiducia al futuro, avendo per noi sempre pronto, anche nelle difficoltà, un sorriso!”
Michele Pecora dal 1977, anno del suo esordio, ha saputo attraversare una lunga pagina di storia della musica, crescendo e rimanendo “a tempo con i tempi” senza però rinunciare alle sue ballate, alla sua musica e al suo stile inconfondibile. © RIPRODUZIONE RISERVATA