Giletti conferma: «Ultima puntata di Non è l'Arena da Mosca. Mi attaccano? Sono un eretico»

Giletti conferma: «Ultima puntata di Non è l'Arena da Mosca. Mi attaccano? Sono un eretico»
Giletti conferma: «Ultima puntata di Non è l'Arena da Mosca. Mi attaccano? Sono un eretico»
2 Minuti di Lettura
Domenica 5 Giugno 2022, 07:19

«Mi trovo a Mosca, quando racconti una tragedia come questa guerra è importante vedere con i propri occhi ciò che accade». Massimo Giletti interviene a “Pop around the clock” su RTL 102.5. E svela che domenica sera l’ultima puntata di “Non è l’arena” su La7 sarà in diretta da Mosca.

«È sempre complesso per un conduttore gestire una trasmissione da lontano, ma voglio chiudere l’ultima puntata di Non è l’arena da qui, da Mosca. Ad Odessa mi sono ritrovato con i missili a 700 metri da dove dormivamo. Qui, in Russia, invece c’è una serenità apparente perchè il fronte è lontano. Molti giornalisti sono andati via, ma è un errore», racconta Giletti. 


«Qui ci sarà un confronto vivace con Marija Zacharova che ha rivoluzionato il ministero degli Esteri qui a Mosca», continua il conduttore di Non è l’arena. “Sono preoccuparo del fatto che i generali abbiano preso il posto dei virologi (…)”.

Poi Giletti commenta gli ultimi attacchi ricevuti da una parte della stampa: «Sono un eretico, cerco le strade che portano alla verità. Sono cresciuto con Minoli, non capisco l’attegiamento di una parte di giornalisti che non capisce l’importanza del dialogo. Sono stato in tutte le parti del mondo, bisogna vedere con i propri occhi per raccontare», conclude in radiovsione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA