Ilaria D'Amico lascia il calcio: «Dopo 23 anni ho deciso di cambiare»

Ilaria D'Amico lascia il calcio: «Dopo 23 anni ho deciso di cambiare»
Ilaria D'Amico lascia il calcio: «Dopo 23 anni ho deciso di cambiare»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 12 Agosto 2020, 18:28 - Ultimo aggiornamento: 18:38

Dopo 23 anni Ilaria D'Amico lascia il calcio per lanciarsi in una nuova avventura televisiva. La conduttrice, volto familiare di Sky Sport, ha dedicato alla Serie A buona parte della sua carriera e non solo. Anche la vita privata è stata segnata dal calcio dal momento che è legata sentimentalmente al campione Gigi Buffon. Ora però la giornalista è pronta a voltare pagina: in un'intervista al Corriere della Sera ha annunciato il suo addio ai programmi sportivi e l'arrivo di una nuova sfida professionale. 

LEGGI ANCHE: Pierluigi Diaco, boom di ascolti per Io e Te ieri martedì 11 agosto

«Ho deciso di cambiare dopo 23 anni di sport, di cui 18 solo a Sky. - racconta D'Amico - Avrei potuto continuare per sempre, è una macchina che conosco alla perfezione. Sento il desiderio di rodarne una nuova, farle fare dei giri e lanciarla». Sui progetti in cantiere ha le idee chiare: «Sky vuole puntare sull'informazione, l’idea è una prima serata sull'attualità che diventi un appuntamento fisso. Appena ne abbiamo parlato, in azienda, ho sentito il richiamo della foresta: mi ha aiutata ad uscire dalla mia comfort zone».

L'attualità è dunque il settore in cui si rimetterà in gioco, ma quando si accetta il cambiamento non si può fare a meno di fare un bilancio. Così ha ricordato gli esordi: «Mi presentai in studio con una montagna di appunti, sembrava una tesi di laurea. Credo che il mio lavoro abbia aiutato a superare molti cliché, in un mondo che è prettamente maschile. Non è stato semplice, ma non ho mai voluto abbandonare la mia femminilità».

Il compagno Gigi Buffon la sosterrà come sempre: «Come in ogni momento fondamentale della mia vita, lui è un supporter. Sa ascoltare i miei bisogni e sostiene le nuove scelte». Il calcio non l'abbandonerà completamente: «La passione resta e non escludo di fare qualche incursione, quando ci saranno grandi eventi... del resto ormai non c’è posto dove vada senza che mi facciano domande sul calcio, panettiere compreso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA