I tesori segreti degli Archivi di Stato, oggi e domani anche nelle Marche si celebra la Giornata europea del patrimonio

Sabato 25 Settembre 2021 di Elisabetta Marsigli
Un antico archivio

ANCONA - Grazie alle Giornate Europee del Patrimonio, l’appuntamento annuale di valorizzazione e sensibilizzazione del patrimonio culturale a livello europeo, che si svolgeranno oggi e domani, sarà possibile accedere all’immenso patrimonio dei nostri Archivi di Stato, tutt’altro che polverosi e avulsi dal contesto contemporaneo, ma, al contrario, ricchi di testimonianze della memoria di un territorio.

 

“All inclusive”, ovvero “Tutti inclusi” è il tema scelto dal Ministero per una incursione nel nostro passato, anche recente, che quest’anno è dedicato al tema dell’inclusività e accoglienza.


La condivisione
L’Archivio di Stato di Pesaro e Urbino ha scelto di condividere l’evento con Etra, promuovendo, per oggi, alle 17, un walkscape per raccontare questi temi: dall’accoglienza dell’infanzia abbandonata, con una panoramica sugli istituti assistenziali presenti a Pesaro tra XVII e XX secolo che si occupavano espressamente di bambine e bambini, a quella rivolta ad altre categorie sociali in difficoltà (prostitute, mendicanti, invalidi etc.).


Le testimonianze
Dagli archivi degli istituti assistenziali, confluiti all’interno del complesso documentario delle Istituzioni di assistenza e beneficenza di Pesaro e della locale Congregazione di carità, alle testimonianze raccolte presso la Biblioteca Oliveriana di Pesaro (con le piantine degli Istituti e il fondo bibliografico in dotazione composto anche da libri di narrativa per ragazzi), l’Archivio Storico Diocesano e l’Archivio privato di Gabriele Stroppa Nobili.

Il walkscape partirà da Piazza Olivieri, per giungere nella sede dell’Archivio di Stato (via della Neviera 44) e visitare la mostra fruibile fino a mercoledì 29 settembre. I documenti e le piantine utilizzate per ogni tappa del walkscape rimarranno visibili sul sito di Etra. La Sezione di Urbino realizzerà un’apertura straordinaria dalle ore 14,30 alle 18,30 con l’esposizione di documenti relativi al Collegio Raffaello di Urbino, nell’epocale passaggio da Convitto dei padri Scolopi a Liceo Ginnasio Statale.

Ad Ancona, oggi dalle 9 alle 13, sarà possibile visitare la mostra documentaria, corredata da apparati descrittivi, intitolata “Ancona cosmopolita: comunità straniere e convivenza sociale nella storia della città e del suo porto”, per delineare le peculiarità che nel corso dei secoli videro la città adriatica ospitare vari nuclei di popolazioni straniere: ebrei italiani e levantini, ragusei, greci, armeni, albanesi e morlacchi, come pure milanesi e lombardi, genovesi, fiorentini, senesi e genti originarie di territori soggetti alla Serenissima e all’Impero ottomano.


All’Archivio di Stato di Fermo la mostra propone l’esposizione di pergamene in ebraico e video multimediali per approfondire la presenza della comunità ebraica nella città, mentre ad Ascoli Piceno il programma prevede una tavola rotonda sulle tematiche dell’accessibilità, in particolar modo di quella collegata a momenti dolorosi e indimenticati della storia recente, e la presentazione dell’inventario della serie “Vigilati politici” dell’Archivio della Questura di Ascoli Piceno che ha portato all’inventariazione di 4.826 fascicoli e alla scansione di 1.205 immagini e documenti dei tre versamenti costituenti il complesso documentario di che trattasi. L’evento, allietato dal Jam Jazz Trio, sarà trasmesso anche in diretta streaming attraverso i canali social dell’Istituto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA