Angelo Branduardi a Oggi è un altro giorno, l'aneddoto divertente sulle prostitute: «Da piccolo sparii per andare da loro»

Il cantautore racconta da Serena Bortone i suoi esordi e i suoi successi come La Fiera dell'Est

Angelo Branduardi a Oggi è un altro giorno, l'aneddoto divertente sulle prostitute: «Da piccolo sparii per andare da loro»
Angelo Branduardi a Oggi è un altro giorno, l'aneddoto divertente sulle prostitute: «Da piccolo sparii per andare da loro»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Aprile 2022, 15:08 - Ultimo aggiornamento: 15:10

Angelo Branduardi racconta a Oggi è un altro giorno da Serena Bortone i suoi esordi, i suoi successi e anche la depressione in forma grave di cui ha sofferto. Il cantautore spiega come è nato "La Fiera dell'Est", la canzone degli anni Settanta entrata nel repertorio popolare italiano. Il successo fu inaspettato perché il brano era il lato B di un altro singolo. I discografici gli dissero: «Avete in mano una bomba e non lo sapete».

LEGGI ANCHE 

Giancarlo Magalli, la figlia Michela: «Maniaco del controllo, in casa ha installato 20 telecamere»

Angelo Branduardi  a Oggi è un altro giorno

Branduardi presenta in studio la sua autobiografia "Confessioni di un malandrino", che appunto contiene tutti questi aneddoti: dagli inizi con il violino a cinque anni alla prima volta in cui ha sentito di volersi esibire in pubblico ascoltando Domenico Modugno. C'è anche un retroscena risalente alla sua infanzia a Genova: «Poverissima, ma felicissima».

Angelo Branduardi  a Oggi è un altro giorno

L'artista ricorda che da bambino era incuriosito dalle donne che facevano il mestiere più antico del mondo e che in alcuni quartieri della città stavano ore e ore in piedi. La mamma gli aveva spiegato più o meno chi fossero, ma un giorno lui si allontanò e scomparve: «Ero con loro, a chiedere cosa facessero. Da quel momento sono diventato la loro mascotte». Sulla depressione spiega: «Il consiglio è di cercare un bravo medico. Io ne sono uscito, sono vivo e vegeto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA