Viaggio nella cultura ebraica ad Ancona, Jesi, Fano, Pesaro e Urbino, nel capoluogo una passeggiata notturna fino al Cardeto

Sabato 9 Ottobre 2021 di Chiara Morini
Il cimitero ebraico del Cardeto ad Ancona

ANCONA - Favorire il dialogo interculturale: è questo lo scopo della ventiduesima edizione della Giornata europea della cultura ebraica che si celebra domani, 10 ottobre, e sarà dedicata al tema dell’ascolto, e conseguentemente a quello dello scambio e del confronto propositivo. Importante da sempre, il dialogo è alla base della pace ed è una sfida da affrontare ogni giorno. 

 

 
Il programma 
Città capofila degli eventi di quest’anno è Padova, numerosi gli appuntamenti anche nelle Marche. Innanzitutto Ancona, dove c’è un cimitero ebraico che è anche tra i più antichi e importanti d’Europa, con alcuni sepolcri che risalgono al ‘500. Si comincia già questa sera, 9 ottobre, a partire dalle 20,30, nella Sinagoga Superiore, con Maryan Ismail che dialogherà sul tema “Isacco e Ismaele. Un dialogo tra Ebraismo e Islam”, con Vittorio Robiati Bendaud, coordinatore del Tribunale Rabbinico del Centro Nord Italia. Quest’ultimo sarà ancora protagonista dell’appuntamento delle 22,45. “Dal ghetto al cimitero. Storie di rabbini e di fantasmi”, propone una passeggiata guidata per le vie d’Ancona, fino a raggiungere il cimitero del parco del Cardeto. Si parte qui dalla scalinata del teatro delle Muse. Sempre Bendaud, domani sera, di nuovo alla Sinagoga Superiore, terrà una lezione sui rapporti tra l’ebraismo e Dante. Oltre a questo, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19,30 ci saranno visite guidate alla Sinagoga (info: comeban@gmail.com). 


Le visite
Rimanendo nell’Anconetano, domani si celebra la giornata della cultura ebraica anche a Jesi, dove saranno proposte visite ai quartieri ebraico e medievale della città. Il quartiere ebraico, in particolare, verrà presentato alle 16, 17 e 18, con video e proiezioni, poi seguirà la visita alla parte medievale con l’aiuto del Comitato Centro Storico di Jesi (è consigliabile la prenotazione: 3392423239, risponde il responsabile dell’evento). Andando verso nord, e raggiungendo Fano, l’appuntamento è domani alle ore 17,30 al Teatro della Fortuna: interverranno ancora, dopo Ancona, la Ismail e Robiati Bendaud per dialogare su Islam ed Ebraismo. Saranno presenti Rossana Lantemari, della Comunità Ebraica di Ancona, oltre che il sindaco Massimo Seri e l’assessora Sara Cucchiarini (prenotazioni: 0721800750). A Pesaro sarà aperta la sinagoga in via delle Scuole, dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 18,30 (info: 0721387541). Dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, invece ci saranno visite guidate al cimitero ebraico (Strada panoramica San Bartolo) con Giorgia Gili. Info: 3487751596. Iniziative anche nella città di Urbino, con l’apertura della Sinagoga dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, sempre di domani.

L’auspicio
«Ci auguriamo che la XXII Giornata europea della cultura ebraica sia un ulteriore tassello per favorire un dialogo interculturale sempre più necessario – il pensiero della presidente dell’Ucei, Noemi Di Segni -. Un momento in cui condividere eventi di approfondimento sui temi più profondi e quotidiani, convinti che questa sia la strada maestra per un fattivo e positivo accrescimento di tutta la società. La grande sfida del mondo contemporaneo è trovare modalità di convivenza nella diversità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA