Motta preceduto da Scarda apre il Gulliverock Festival alla Mole Vanvitelliana di Ancona

Francesco Motta
Francesco Motta
di Andrea Maccarone
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 16:54

ANCONA - Torna il Gulliverock Festival. Questa sera alla Mole Vanvitelliana la XXIX edizione del rock festival organizzato dall’associazione universitaria Gulliver porterà sul palco una coppia di artisti italiani di tutto rispetto: la nuova rivelazione del cantautorato, Scarda, e a seguire Motta. La serata live avrà inizio alle 20 con il warm up offerto dalle band universitarie: Punti di Flexo e Nineteen Fourth. Il concerto di Motta è previsto per le 22. 

Il tour dei successi 

Motta torna dal vivo per l’estate 2022 con un tour in cui ripercorrerà il meglio della sua carriera, dal 2016 ad oggi. Un viaggio per canzoni dove l’artista pisano andrà a recuperare i momenti più significativi del suo percorso. «Sarà un racconto, non necessariamente legato ai brani più ascoltati - afferma Motta -. In scaletta abbiamo messo canzoni che non facciamo più da un po’, ma che ci servono a raccontare meglio ciò che non facciamo nei dischi: ovvero suonare tutti insieme contemporaneamente. Si è sempre detto che suonare live è meglio di fare dischi». Potrebbe sembrare anche un modo per fare un bilancio della sua carriera, e di solito ciò avviene quando un artista è prossimo ad un cambio di rotta. «In verità faccio bilanci tutti i giorni - continua il cantautore -, ma è vero anche che sono vicino ad un nuovo approccio per la mia musica».

Il punto di svolta 

L’ultimo disco di Motta, “Semplice”, è stato pubblicato ad aprile dell’anno scorso. E adesso l’artista è al lavoro sui nuovi brani. «Non ho ancora ben precisa la direzione che andremo a prendere - racconta - ma sono certo che avremo un approccio diverso rispetto a prima. Con la band stiamo sperimentando molto e di certo nelle nuove canzoni ci sarà una matrice più elettronica». Intanto Motta ha confessato di aver ritrovato quell’energia che aveva contraddistinto i suoi esordi. «Dopo un periodo in cui la mia musica aveva abbracciato sonorità meno aggressive - afferma - il ritorno a quell’approccio più punk ha risvegliato la verve di un tempo». Forse il suo rock spigoloso era stato smussato nel periodo in cui il cantautore si presentò a Sanremo, nel 2019. «E’ stata un’esperienza allucinante - confessa Motta -, ma non in senso negativo. Anzi, se dovesse capitare lo rifarei. Ma con un’altra consapevolezza. Se succedesse adesso, sento che lo affronterei con una maggiore preparazione, sia in senso professionale, sia psicologico». Il Gulliverock Festival è ad ingresso gratuito. Disponibili bus navetta per collegare la Mole Vanvitelliana al polo universitario di Brecce Bianche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA