Il massaggio del sorriso molto speciale e con grandi potenzialità, è il più amato dalle star di Hollywood

Martedì 19 Ottobre 2021 di Federica Buroni
Il massaggio del sorriso, il più amato dalle star di Hollywood

ANCONA - Un massaggio molto speciale e con grandi potenzialità. È quello intraorale, detto anche del sorriso, sempre più ricercato, specie dalle star di Hollywood, per i benefici che arreca e cioè un viso tonico e decisamente più giovane. Ma va detto che ci sono anche risultati molto positivi per la salute, in particolare per curare alcune patologie relative all’apparato mandibolare in particolare. Proprio per questi motivi, per farne un buon uso, è preferibile rivolgersi ad un professionista. 
A inventare questa tecnica è stata una francese, una biochimica, Joelle Ciocco, impegnata nel settore della cosmesi. L’intraorale prevede l’inserimento delle dita all’interno della cavità orale per poi fare massaggi su punti specifici. Oggi questa pratica rientra tra le terapie del dolore. Una delle patologie che cura, per esempio, è la sindrome dell’Atm che riguarda l’articolazione della mandibola. A definire gli step di questo massaggio, è stata la stessa Joelle. Con una postilla: deve essere praticato da un operatore esperto anche se, in modo limitato, può essere insegnato come tecnica di automassaggio. I muscoli interessati sono quelli del viso, e, in particolare, quelli interni alla bocca. Il presupposto della tecnica è che il viso viene considerato come una scultura sul quale, poi, agire per modellare e, in effetti, tra il prima e il dopo, ci sono sostanziali cambiamenti del tono muscolare del viso, tali da sembrare quasi rimodellato da dentro. I punti che sono stimolati sono i cosiddetti “trigger point” ovvero i punti “grilletto” che ripristinano il tono che, da fuori, non si riuscirebbe ad influenzare.
Questo tipo di massaggio è doppio perché tocca la parte esterna sul viso e poi quella interna nella bocca. Ecco, perché, alla fine, il risultato che si ottiene è quello di un vero effetto lifting grazie a come si posizionano le dita sui punti cruciali. La pressione, e i movimenti rotatori da eseguire, stimolano le cellule a produrre collagene ed elastina , che sono fondamentali per la “costruzione “ del viso ed ecco perchè gli effetti sono visibili e sostanziosi. Tra l’altro, usando le dita, si svolge anche un’azione drenante che pulisce la pelle e consente al viso di eliminare le tossine. Va detto che questo massaggio non ha controindicazioni a meno che non si soffra di infiammazioni o danni ai nervi. Questa tecnica può essere utilizzata anche dopo interventi chirurgici o estetici al viso, ovviamente sempre attendendo i tempi di recupero in caso di eventuali gonfiori o edemi.
Il massaggio è anche molto rilassante e, per questo, è utile per curare la sindrome di Atm poiché si distendono i muscoli del viso e della bocca, che sono quelli colpiti dalla sindrome. In questo contesto, si parla di massaggio di tipo salutare per cui l’esperto dovrà effettuare prima una valutazione del paziente, complessiva e della stessa muscolatura del viso. Il tutto, poi, sarà accompagnato da movimenti specifici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA