Gli Anticorpi per l'edizione 18 di Corto Dorico, tra gli ospiti gli attori Marchioni e Serraiocco, i registi Di Martino e Mancini e il direttore della fotografia Tovoli

L'attrice Sara Serraiocco tra gli ospiti di Corto Dorico
L'attrice Sara Serraiocco tra gli ospiti di Corto Dorico
di Giovanni Guidi Buffarini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Novembre 2021, 10:55

ANCONA - L’assessore Marasca incrocia le dita temendo ulteriori colpi di coda del virus. Noi, più ottimisti, diamo la notizia per certa. Corto Dorico si svolgerà in presenza, dal 4 dicembre (ma c’è un’anteprima il 3) e fino al 12. Per il festival creato dalla associazione Nie Wiem si tratta dell’edizione numero 18. «È la festa della maggiore età», dice il presidente di Nie Wiem Valerio Cuccaroni durante la conferenza stampa convocata nella Sala Boxe della Mole Vanvitelliana, sede principale del festival cinematografico anconetano. «Questa nostra creatura immaginaria è ormai una jeune fille. Lasciamola danzare sullo schermo».


Il cartellone
Il ricco cartellone è stato allestito dai direttori artistici Daniele Ciprì e Luca Caprara. Sviluppa il tema Anticorpi: parola che ben sintetizza il periodo che stiamo attraversando. «Anticorpi per un cinema mai passivo, mai imbrigliato. Che ha voglia di lottare, di scuotersi, di salvarsi. Un cinema che fissa dritto in faccia il presente e però consapevole che il suo occhio deve oltrepassare il presente, e guardare all’orizzonte». Diamo un’occhiata al programma, a volo d’uccello, d’altro canto non sarebbe possibile renderne conto nei dettagli: consta di 73 appuntamenti. Il concorso nazionale dei cortometraggi si struttura in due serate. Il 4 dicembre si svolgerà la semifinale, il Corto Slam. Il titolo prediletto dal pubblico raggiungerà i 6 corti ammessi dal comitato selezionatore alla Finalissima dell’11 dicembre, il premio Stamira sarà assegnato dalla giuria composta dalla regista Wilma Labate, dal produttore Andrea Paris e dalla montatrice Simona Paggi.


Gli altri concorsi
Tornano anche gli altri due tradizionali concorsi di Corto Dorico. Il Salto in Lungo, riservato ai lungometraggi opera prima, e il Premio Amnesty International “Short on Rights/A Corto di Diritti”, per i cortometraggi internazionali. Il numero e la qualità dei corti provenienti da tutto il mondo ha suggerito di adottare per il concorso Amnesty la stessa formula della competizione nazionale: semifinale e finale dunque, ed è una delle novità dell’anno. Altre novità. Il progetto “Shorts for My Future” dedicato al pitching: il momento in cui sceneggiatori e registi cercano (in pochi minuti) di convincere i produttori a finanziare il loro progetto. E la sezione dedicata alla realtà virtuale, curata dal produttore e regista Omar Rashid. Ci sarà ampio spazio per il Cinema di Poesia di Mauro Santini, cui verrà consegnato un premio speciale. Confermati il CineBimbi, il laboratorio Cinemaèreale e le visite nei penitenziari della regione. Quest’anno inoltre Corto Dorico concentrerà la sua attenzione sul territorio marchigiano e aprirà una finestra sulla serialità italiana. Fra gli ospiti, oltre i sunnominati: gli attori Vinicio Marchioni e Sara Serraiocco, i registi Ludovico Di Martino e Mauro Mancini. E soprattutto il grande direttore della fotografia Luciano Tovoli, e si vedranno le versioni restaurate di “Suspiria” e “Professione Reporter”. Accennavamo all’anteprima del 3 dicembre. Sarà l’incontro con il regista e sceneggiatore Francesco Bruni. Si terrà online. Per tutto il resto o quasi, ci si vede alla Mole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA