Giovane tunisino fugge alla vista degli agenti: trovato con la droga e arrestato

Giovane tunisino fugge alla vista degli agenti: trovato con la droga e arrestato
di Luigi Benelli
2 Minuti di Lettura
Domenica 20 Marzo 2022, 07:45

PESARO - Un normale controllo alla stazione del treno. Ma alla vista degli agenti un tunisino di 20 anni ha allungato il passo ottenendo l’effetto contrario da quello desiderato, ovvero di farsi notare un po’ troppo. Gli agenti della volante della Questura di Pesaro gli hanno messo gli occhi addosso e lo hanno inseguito per capire i motivi di una fretta così repentina e strana.

 

Il fatto è accaduto giovedì sera ed è finito con l’arresto del 20enne per spaccio e altri reati, compresa la resistenza a pubblico ufficiale una volta che è stato raggiunto dagli agenti. La fuga in effetti è durata poco perché il giovane è stato fermato di li a poco. Ed è scattato il controllo approfondito. Si tratta di un tunisino irregolare sul territorio italiano. I poliziotti lo hanno perquisito e lo hanno trovato in possesso di 52 grammi di hashish e 4 grammi di cocaina. Non solo, addosso aveva anche 855 euro che sono sequestrati perché ritenuti provento di spaccio. Del resto il triangolo parco Miralfiore, parco del monumento alla resistenza e stazione è molto frequentato da consumatori e ovviamente da pusher. Un mercato gestito perlopiù da stranieri. E proprio alla fine della giornata il ragazzo aveva addosso quasi 900 euro.

Dai successivi controlli è stato trovato in possesso anche di un computer portatile ed un cellulare rubati qualche giorno fa . Il furto era stato regolarmente denunciato ed è stato facile tramite le banche dati risalire al fatto e dunque attribuite al tunisino un altro reato. Quello della ricettazione che è ben più grave del furto perché prevede una condanna fino a sei anni di reclusione. Il ragazzo non ha reagito bene e ha iniziato a protestare con gli agenti. Dalle parole ai fatti perché li ha anche spintonati motivo per cui è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione. L’altra mattina c’è stata la convalida dell’arresto. L’arresto è stato convalidato dall’autorità giudiziaria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA