L’omicidio compiuto dopo le 2 di notte
La vittima indossava solo le mutande

L’omicidio compiuto
dopo le 2 di notte: la vittima
indossava solo le mutande
SAN LORENZO IN CAMPO - Aveva circa 5.000 euro in contanti nella sua abitazione Sesto Grilli, il pensionato settantaquattrenne trovato morto nella notte tra domenica e lunedì, legato a una sedia e imbavagliato con del nastro adesivo e riverso sul pavimento nel tentativo di liberarsi. La somma, piuttosto consistente per un artigiano in pensione, l’hanno rinvenuta nell’abitazione di via Roncaglia, i carabinieri dopo lunghe e accurate ricerche.

 soldi erano nascosti nella cassaforte dietro a un quadro, tagliata ieri dai vigili del fuoco, e in altre parti della casa, divisi in piccole somme. Un’abitudine di Grilli quella di tenere il denaro nella sua abitazione, non cambiata nemmeno dopo il furto subito circa un anno fa, quando i malviventi riuscirono a portargli via circa 40mila euro. Il 74enne è stato ritrovato morto intorno alle 23 di domenica sera da un vicino di casa che passando in auto ha notato la porta socchiusa, la luce accesa e il corpo di Grilli a terra. Ma la morte risale alla notte precedente. L’uomo era rientrato intorno alle 2.10.Perciò l’orario della morte va leggermente posticipato rispetto alle prime ipotesi.

Molte conferme arrivano dall’amico Adriano Bardeggia: «Siamo stati a cena a Montefelcino, eravamo un gruppo molto numeroso. Sesto al ritorno si è fermato qualche minuto da me dove aveva lasciato la sua auto. E’ partito alle 2, quindi sarà arrivato a casa sua verso le 2.10. Era tranquillo come sempre, anche se molto stanco. Domenica poi ho provato a telefonargli tre volte per dirgli che non potevo andare alla gara di morra a Castelvecchio, ma nessuna risposta. Ho pensato riposasse. La sera ho telefonato a un amico chiedendogli come fosse andato il torneo e se avesse partecipato Sesto. Mi ha risposto che non si era visto. Allora ho iniziato a preoccuparmi seriamente. Alle 22.45 ho riprovato ma niente. Quindi sono andato a casa sua dove ho trovato il vicino». 

Grilli sabato notte dopo aver parcheggiato la sua Golf è salito in casa e prima di coricarsi ha, con ogni probabilità, aperto ai suoi assassini, considerato che la porta di casa e le finestre non presentano segni di effrazione. Non è affatto da escludere che li conoscesse, anche perché è alquanto strano aprire a sconosciuti a quell’ora. L’uomo era in mutande e pantofole. Tanti gli interrogativi da risolvere. tra i dettagli divulgati in un primo momento è confermata la disponibilità nella casa di preservativi non usati mentre viene negato dai carabinieri il rinvenimento di marijuana.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Marzo 2019, 17:12 - Ultimo aggiornamento: 20-03-2019 17:12

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO