Falciate sulla statale: gravi due giovani donne, ferito anche l'investitore. L'Adriatica ad alto rischio a Fano

Falciate sulla statale: gravi due giovani donne, ferito anche l'investitore. L'Adriatica ad alto rischio a Fano
Falciate sulla statale: gravi due giovani donne, ferito anche l'investitore. L'Adriatica ad alto rischio a Fano
di Osvaldo Scatassi
3 Minuti di Lettura
Sabato 24 Settembre 2022, 06:30

FANO - Doppio investimento in viale 12 Settembre, un tratto urbano della statale Adriatica a Fano, fra il tardo pomeriggio e la prima serata di ieri. Due giovani donne, entrambe dipendenti di uno studio professionale in centro storico, sono state urtate da una Toyota in prossimità di un attraversamento pedonale.

Le testimonianze

Dalle testimonianze raccolte sul posto risulta che siano state trasportate in ospedale e come loro anche l’anziano conducente mondolfese dell’automobile. Un episodio dalle conseguenze che, in tutta evidenza, hanno preoccupato i soccorritori accorsi in viale 12 Settembre su due ambulanze del servizio 118.

Le giovani donne ferite, una ventiduenne fanese e la sua collega di qualche anno più grande, che vive a Colli al Metauro, sarebbero state trasportate agli Ospedali Riuniti Torrette di Ancona, mentre l’automobilista al San Salvatore di Pesaro.

L’investimento è avvenuto sulla corsia sud di viale 12 Settembre, in prossimità dell’attraversamento pedonale all’altezza dell’ex istituto Battisti, da un lato, e dell’incrocio con viale Mariotti dall’altro. Terminati i rilievi di legge, effettuati da una pattuglia dei carabinieri proveniente da Marotta di Mondolfo, un paio di metri dopo le zebre erano ancora visibili i segni del gesso sull’asfalto, che delimitavano il punto in cui si era fermata la Toyota.

I segni sul marciapiede

Ancora più avanti, ma sul marciapiede, le tracce inequivocabili di dove l’urto aveva scaraventato almeno una delle due giovani donne investite. In attesa che i carabinieri forniscano una prima ricostruzione di quanto è avvenuto, erano questi gli elementi disponibili riguardo all’incidente, quindi suscettibili nelle prossime ore di integrazioni sulla base di maggiori dettagli.

L’urto è avvenuto in una zona ben illuminata anche con il buio e in un orario abbastanza scarico quanto a intensità del traffico. Durante la fase degli accertamenti stradali, e fino a quando l’automobile non è stata rimossa dal carroattrezzi, il personale del commissariato fanese ha governato il traffico, sfruttando la corsia libera di viale 12 Settembre (quella nord) per istituire un senso di marcia alternato e far defluire i veicoli in transito. Non sono stati quindi registrati particolari rallentamenti.

Il pericolo

Gli incidenti stradali continuano a ripetersi numerosi sulle strade di Fano. Ieri ne è dunque successo uno a stretto ridosso del centro storico, ma in precedenza se ne erano verificati anche sulla Flaminia e sul tratto sud della statale Adriatica, prove inequivocabili di quanto sia pressante la necessità di rendere più sicura la viabilità locale. Un argomento sensibile da tempo e lo è ancora di più da quando il dibattito amministrativo si è concentrato sulla cosiddetta variante Gimarra e sulla variante alla statale a Fano Sud.

© RIPRODUZIONE RISERVATA