Sette studenti delle superiori positivi allo screening Covid: scattano subito i tamponi molecolari

Mercoledì 14 Aprile 2021 di Thomas Delbianco
Lo screening Covid per le scuole mette il turbo: subito il molecolare a chi è positivo al test rapido

PESARO-  Sono sette gli studenti risultati positivi, su 870 tamponi (affluenza intorno al 60%), nella prima giornata di tamponi nelle scuole superiori. Ieri si è svolto lo screening Covid nella palestra Bramante al Campus per gli studenti del Mamiani e Bramante, al Cecchi e Mengaroni per gli studenti del Mengaroni e Nuova Scuola. Sono arrivate tra le 8,30 e le 11,15 circa, 29 classi del Mamiani.

 

«Rispetto agli screening fatti nei mesi passati, c’è stata un’adesione maggiore - dice Gabriella Maniscalco, vice Preside del Mamiani e referente degli studenti del liceo classico al Campus, che ha calcolato per i propri studenti un’adesione di circa il 70% - questo dimostra la grande sensibilità delle famiglie verso questa pandemia, la possibilità offerta di fare questo screening rapido gratuito è stata accolta da molte famiglie. Siamo molto grati e soddisfatti di questa iniziativa». 

Sensibilizzazione

Il secondo turno al campus ha coinvolto gli studenti del Bramante-Genga. «Oggi (ieri, ndr) partecipano 19 classi, e il prossimo martedì parteciperanno allo screening le restanti 19 - riferisce la preside Anna Gennari - Non c’è stato molto tempo per avere la risposta dei ragazzi, ma molti di loro fanno questi tamponi anche per lo sport. Già continuano ad iscriversi per martedì prossimo. Alcuni ragazzi lo chiedono proprio, in altre situazioni c’è più resistenza. C’è un incremento di casi positivi dei ragazzi in età adolescenziale, è giusto proteggerli in questa fase». Nel corso della mattinata alla palestra Bramante, c’è stato il sopralluogo delle assessore Mila Della Dora e Giuliana Ceccarelli. «C’è grande entusiasmo e sensibilità da parte dei ragazzi e dei genitori, la buona affluenza ci fa ben sperare». I test nelle superiori, hanno fatto seguito allo screening nelle scuole medie della scorsa settimana, con 26 tamponi positivi riscontrati tra gli studenti. «Come sappiamo i ragazzi fino ai 16 anni sono esclusi dalla campagna di vaccinazione e dai 17 lo faranno probabilmente in estate. Per questo i tamponi sono l’unico modo per consentire di concludere l’anno scolastico in sicurezza. Ora si eleva il livello del test. Ovvero vogliamo dare sicurezza, in un momento di incertezza– continua Della Dora – i ragazzi che sono risultati positivi al tampone rapido saranno sottoposti subito al molecolare, così in meno di 24 ore avranno subito la conferma o meno della loro positività». Un ulteriore controllo, «per accorciare i tempi, dare più certezze alle famiglie, limitare disagi e stati d’ansia provocati dalle lunghe quarantene e da questo anno di pandemia». Al fianco del Comune di Pesaro, la Protezione Civile, Gulliver, Aspes, dirigenti scolastici e operatori sanitari. 

I contatti

«In queste settimane siamo stati a stretto contatto con i dirigenti scolastici – sottolinea l’assessore Ceccarelli - la risposta è stata buona. C’è un forte senso di responsabilità da parte dei ragazzi e delle loro famiglie e questo significa che il messaggio che vogliamo diffondere sul ritorno a scuola in sicurezza è stato recepito. Per andare a scuola in sicurezza è necessario uno screening periodico, a volerlo per primi sono i ragazzi». Oggi screening sempre al Campus (palestra Marconi) per i ragazzi del Benelli e Marconi, Santa Marta e Mengaroni per i ragazzi del Mamiani. 

 

Ultimo aggiornamento: 10:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA