Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, iniziative a Grottammare, Corinaldo e Gabicce

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, le iniziative a Grottammare, Corinaldo a Gabicce
Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, le iniziative a Grottammare, Corinaldo a Gabicce
6 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 19:18 - Ultimo aggiornamento: 19:19

In occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra il 25 novembre, l'Amministrazione Comunale di Corinaldo ha organizzato diverse iniziative di sensibilizzazione verso un tema che è drammaticamente attuale. Parlare di violenza di genere e rompere gli stereotipi: questo è il filo conduttore di tutte le iniziative messe in piedi dall'assessora alle Pari Opportunità del Comune di Corinaldo insieme alla costituenda equipe del sociale ed in collaborazione con associazioni ed enti del territorio.

La mostra

Il 25 novembre, alle ore 18, verrà inaugurata al Foyer del Teatro Carlo Goldoni la mostra "Com'eri vestita?", realizzata da un gruppo di adolescenti corinaldesi; l'idea alla base del lavoro è quella di smantellare il pregiudizio che la vittima avrebbe potuto evitare lo stupro se solo avesse indossato abiti meno provocanti. All'inaugurazione, accanto all'assessora alle Pari Opportunità Sara Bettini, ci sarà l'avvocata Anna Maria Repice - commissaria delle pari opportunità della Regione Marche - e Paolo Pignocchi - referente di Amnesty International Marche.

Camminata Anpi di Trecastelli

Domenica 27 l'amministrazione comunale prenderà parte alla tradizionale camminata organizzata dall'ANPi di Trecastelli, Ostra e Senigallia, che parte da Trecastelli ed arriva fino a Corinaldo. Un percorso pensato - alcuni anni fa - come una linea sottile che unisce Nori De Nobili e Santa Maria Goretti e apre la riflessione sulle diverse forme di violenza che le donne sono costrette a subire. Quest'anno al termine della camminata ci sarà un pranzo conviviale nelle Acli di Corinaldo.

Le due iniziative

Nel pomeriggio del 27, a teatro Carlo Goldoni, ci saranno due iniziative: la prima alle ore 15.00 "Voci di donne tra stereotipi e violenza" organizzata insieme alla Fondazione Santa Maria Goretti - servizi alla persona ed in collaborazione e con l'associazione Gesto e le sezioni locali de L'ANPI. Nell'occasione si darà voce, attraverso testimonianze, racconti e letture a diverse donne, mettendo in evidenza non solo le violenze subite, ma anche le difficoltà incontrate in una società che troppe volte le ha costrette in un ruolo non scelto. Alle ore 17 seguirà lo spettacolo teatrale "Oltre le gambe c'è di più", organizzata dall'associazione C. A.M.B.I.O in collaborazione con l'Aps Per Terra: "uno spettacolo poliedrico che cercherà di decostruire alcuni dei più comuni stereotipi di genere che, inconsciamente o meno". L'intento delle organizzatrici è infatti quello di proporre un momento di riflessione che per mettere in discussione rigidità mentali e tabù. Diversi momenti, quindi, pensati dall'ammirazione comunale per contribuire a ripensare ad una società senza discriminazioni e che sappia impegnarsi per l'eliminazione di ogni forma di violenza contro le donne.

A Gabicce Mare: «Perché Femmina»

Tra le iniziative organizzate dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Gabicce Mare in occasione Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, venerdì 25 novembre, alle ore 21, al Teatro Astra, andrà in scena il progetto teatrale “Perché femmina” Voci di vittime dell’essere femmina, a cura dell’Associazione culturale il Garbuglio.

L’idea di questo progetto nasce dalla lettura del libro di Serena Dandini “Ferite a morte”. Si chiede l’autrice: «E se le vittime potessero parlare? (…) mi ero messa in testa di affrontare l’argomento in un modo completamente diverso: partendo dalle protagoniste che non ci sono più e facendole parlare. Volevo che queste donne fossero libere, almeno da morte, di raccontare la loro versione dei fatti, nel tentativo di ridare luce e colore ai loro opachi fantasmi»

L’idea dell’Associazione “Il Garbuglio” è quella di portare in scena una rappresentazione che aiuti a prendere coscienza che, sebbene negli ultimi anni molto sia stato fatto (lo testimoniano le tante associazioni nate in difesa e supporto delle donne vittime di violenze e soprusi, le normative più severe, l’abolizione di alcune leggi sulla dote in alcuni paesi mediorientali, ecc..) ancora molto resta da fare e la prima cosa è "Non tacere". Regia di Silvia Severi.

Con Arianna Maroni, Chiara Campanini, Giulia Valbonetti, Luana Mazzoni, Sibilla Foglia, Silvia Severi, Susanna Bianchi, Valentina Togni. Biglietto d’ingresso: 5 euro. Il ricavato della serata sarà devoluto all’Associazione Il Puzzle di Gradara per progetti di integrazione per bambini e ragazzi con disabilità. Prevendite presso Parafarmacia Cancellotti (via C. Battisti n. 95). L’evento ha ricevuto il contributo della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e  gode del Patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino. 

La Donne in Rosa di Grottammare diventa mezza maratona

E’ un grande evento quello che si appresta a vivere Grottammare il prossimo 27 novembre. La città, che si sta gradatamente riprendendo dalle terribili piogge di metà settembre, tornerà ad accogliere le appassionate del podismo proponendo però una grande novità: la quarta edizione della Donne in Rosa diventa una mezza maratona a tutti gli effetti, che si va ad affiancare alla 10 km che ha già rappresentato una novità assoluta nel panorama podistico nazionale.

La gara, inserita nel calendario nazionale Fidal, è aperta sia a uomini che donne, con premi per i primi 5 classificati assoluti e per i primi 3 di ogni categoria. Un premio speciale andrà anche al più giovane e la più giovane in gara su entrambe le distanze. La particolarità della manifestazione è data non solo dall’attenzione specifica rivolta all’universo femminile nella corsa, ma anche dalla ricchezza del pacco gara, con la maglia personalizzata, la borsa portabottiglie, il portamedaglie, la medaglia in bronzo, la bandana, portachiavi e calamite, insomma qualcosa di mai visto.

La manifestazione, che è affiancata dalla camminata non competitiva della Lilt (a cui nel complesso delle tre edizioni precedenti sono stati devoluti oltre 8.600 euro) e prevede il suo epicentro in Piazza Kursaal, da dove verrà dato il via alle ore 9:15, con premiazioni che si svolgeranno immediatamente dopo la sua conclusione. Si gareggia su un circuito prettamente cittadino, disegnato a ridosso del lungomare, da ripetere due volte per la distanza più lunga.

Gli organizzatori hanno previsto particolari convenzioni per le adesioni effettuate dalle società: ogni 10 paganti il costo sarà di 20 euro ad atleta e un’iscrizione gratis entro il 12 novembre per la mezza maratona mentre per la 10 km il costo è di 13 euro e un’iscrizione gratuita sempre ogni 10. Per la camminata il costo è di 10 euro. Grottammare ripropone un evento unico nel suo genere, che entra a vele spiegate nel numeroso mondo delle mezze maratone italiane. Per informazioni: Running Riviera delle Palme, tel. 328.6173107, runningrivierapalme@libero.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA