Vaccinato un marchigiano su tre, contagi e ricoveri in calo del 25%. I numeri degli immunizzati per ogni provincia

Il centro di vaccinazione a Pesaro
Il centro di vaccinazione a Pesaro
di Lorenzo Sconocchini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Maggio 2021, 02:05 - Ultimo aggiornamento: 14:52

ANCONA - L’avanzata della campagna di vaccinazione abbassa la curva dei contagi in tutta Italia e anche nelle Marche, dove alla data di ieri aveva ricevuto la prima dose un terzo della popolazione (503.777, il 33,3% dei residenti) e il 17% (257.449) anche il richiamo.

Positivi, che rarità: infetto un tampone su 12. Nelle Marche non erano così pochi dall'anno scorso

Aggiungendo a questa platea crescente di vaccinati anche gli immunizzati che hanno sviluppato anticorpi a seguito di guarigione dal Covid, quasi 94mila, si può dire che ormai più di 4 marchigiani su 10 hanno già maturato qualche forma di difesa da Sars-Cov-2.

 

E i risultati si vedono nella pendenza della curva dei contagi, che nell’ultima settimana sono diminuiti del 25% rispetto alla precedente, scendendo da 1.538 a 1.147.


Gli hub nei palasport
La maggior parte della campagna di vaccinazione di massa - secondo i dati monitorati dall’Osservatorio epidemiologico della Regione Marche, diretto dal dottor Marco Pompili - si svolge nei Pvp, i punti di vaccinazione popolare, gli hub allestiti nei palasport e in grandi saloni capaci di attivare in contemporanea anche più di 10 postazioni. In una giornata proficua come quella di sabato scorso, quando sono state iniettate attraverso la rete della Regione Marche quasi 13mila dosi, ben 7.947 sono state somministrate nei Pvp, 1.780 all’interno degli ospedali, 2.944 a domicilio dai medici di medicina generale e neanche 200 nelle Rsa. 


La categoria più vaccinata, ovviamente, è quella maggiormente esposta a rischi gravi per la salute in caso di contagio. Gli over 80 che nelle Marche a partire da metà febbraio hanno già ricevuto la prima dose, secondo il report aggiornato al 17 maggio, sono 110.296 (su oltre 130mila) e di questi 78.754 hanno completato il ciclo con il richiamo. A questi si aggiungono poi gli ospiti delle strutture residenziali, con quasi 7mila prime dosi iniettate e 5.600 richiami. Anche la fascia d’età 70-79 anni, che ha iniziato la campagna di profilassi all’inizio di aprile, ha ottenuto una buona copertura, con 107mila prime dosi e quasi 30mila cicli completi di vaccinazione.

Il personale scolastico sfiora le 31mila vaccinazioni (per oltre un terzo già con richiamo) mentre tra le forze dell’ordine dopo oltre diecimila prime dosi somministrate solo mille soggetti hanno ricevuto il richiamo, una “frenata” dovuta anche al cambio di direttive del Governo e del commissario per l’emergenza Covid, che hanno privilegiato le fasce d’età più anziane, e al tipo di vaccino iniettato, soprattutto AstraZeneca, che ha intervalli più lunghi tra prima e seconda dose.


La provincia marchigiana più vaccinata è Ancona, con 168.110 prime dosi somministrate (il 36% dei residenti) seguita, tenendo conto della popolazione, da Ascoli Piceno, che con 69.513 prime dosi è al 33,7%. Pesaro Urbino al 32,3% dei residenti (115.002 prime dosi), Macerata al 29,4% (91.446) e Fermo al 28,7% (49.321).

© RIPRODUZIONE RISERVATA