Positivi, che rarità: infetto un tampone su 12. Nelle Marche non erano così pochi dall'anno scorso

Positivi, che rarità, infetto un tampone su 12: nelle Marche non erano così pochi dall'anno scorso
Positivi, che rarità, infetto un tampone su 12: nelle Marche non erano così pochi dall'anno scorso
di Lorenzo Sconocchini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Maggio 2021, 08:33 - Ultimo aggiornamento: 08:34

ANCONA - Un tampone positivo ogni 12 persone sottoposte a test molecolare nel percorso diagnosi. Un tasso d’infezione così basso, l’8,4% dei 1.551 campioni esaminati nella giornata di martedì, non si riscontrava nelle Marche dall’anno scorso, prima che l’epidemia rialzasse la testa con le ondate di autunno.

Vaccini, ecco lo sprint dei quarantenni: 52mila in mezza giornata e prima dose già prenotata

Con i 130 nuovi casi di Sars-Cov-2 registrati nei bollettini di ieri scende ancora un po’, planando a quota 76, l’incidenza settimanale dei casi ogni 100mila abitanti, il parametro-clou destinato a soppiantare l’indice Rt sin dal prossimo monitoraggio di domani per il colore delle Regioni. Le Marche viaggiano a una velocità di crociera da tranquilla zona gialla, la fascia attribuita a chi ha un’incidenza tra 50 e 150. Un trend comunque ancora abbastanza sostenuto per aspirare alla zona bianca, assegnata alle regioni che per tre settimane consecutive hanno un’incidenza sotto i 50, per cui valgono le regole meno restrittive: divieto di assembramenti, obbligo di mascherina e distanze, niente coprifuoco. Del resto la circolazione virale è ancora molto differente sul territorio marchigiano. La provincia di Ancona, con i 23 positivi di ieri, scende a un’incidenza settimanale di 34 casi per 100mila abitanti, mentre Pesaro Urbino e Ascoli Piceno, rispettivamente a 109 a 105, faticano a raffreddare l’epidemia e ieri erano entrambe tra le prime dieci province d’Italia per circolazione virale rapportata alla popolazione. Con la frenata dei contagi, inevitabile che scendano ancora i ricoverati per Covid-19 nelle Marche: in 24 ore sono passati da 280 a 260 (-20), con un calo anche nelle terapie intensiva (44, -3). In flessione anche il numero di positivi in isolamento domiciliare (4.350) mentre i guariti dall’inizio dell’epidemia salgono a 93.716. Il totale dei positivi attuali (ricoveri più isolamenti a domicilio) scende a 4.610. Dopo una giornata senza lutti, ieri il bollettino del Servizio Sanità ha registrato altri due decessi (pazienti di 75 e 91 anni) che portano il totale delle vittime marchigiane a 2.998.

© RIPRODUZIONE RISERVATA