Sciopero dei forconi, presidi
lungo l'autostrada Adriatica

Il presidio al casello di San Benedetto
Il presidio al casello di San Benedetto
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Dicembre 2013, 10:14 - Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre, 11:54

ANCONA - Presidiano i caselli autostradali di San Benedetto del Tronto, Porto San Giorgio e Civitanova Marche, e ad Ancona manifestano con striscioni e cartelli contro il governo, le tasse e l'Europa, i militanti marchigiani del movimento dei Forconi. Per ora protesta si svolge senza incidenti nè particolari disagi per il traffico.

"Siamo il popolo oltraggiato" grida davanti al teatro Luigi Romagnoli, ex commerciante di casalinghi anconetano "costretto a chiudere per colpa delle tasse". "Siamo i sans-papier affamati da questa classe politica, di destra e di sinistra, alla quale chiediamo di dimettersi in massa, presidente della Repubblica compreso". Del gruppetto di manifestanti, tutti in giubbotto nero con un nastro tricolore al braccio, fanno parte diversi disoccupati e precari.

Uno armato di megafono va sotto le finestre della sede della Rai e grida "venite fuori, è finita anche per voi e il vostro orticello...". Il presidente della Rai Anna Maria Tarantola e il direttore generale Luigi Gubitosi, in una nota diffusa dalla Rai, "esprimono solidarietà a tutti i dipendenti della sede Rai di Ancona che, questa mattina, sono stati oggetto di attacchi verbali gratuiti da parte di militanti del movimento dei Forconi, che hanno manifestato davanti alla sede Rai di Piazza della Repubblica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA