La lotta alla pandemia: consegnate 25.400 dosi del vaccino Novavax, quarta dose ai fragili

La lotta alla pandemia: consegnate 25.400 dosi del vaccino Novavax, quarta dose ai fragili
La lotta alla pandemia: consegnate 25.400 dosi del vaccino Novavax, quarta dose ai fragili
di Massimiliano Petrilli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Febbraio 2022, 07:50

ANCONA  - Consegnate ieri ad Ancona le 25.400 dosi del vaccino Novavax. I furgoni Sda, corriere di Poste Italiane, in collaborazione con l’Esercito Italiano hanno preso in carico le scatole contenenti i vaccini Novavax e raggiunto la destinazione finale presso la sede di ricezione e conservazione dei quantitativi previsti, all’Inrca-Presidio Ospedaliero di Ricerca. Nei giorni scorsi erano state aperte le prenotazioni. 


Sinora nelle Marche i soggetti maggiori di 12 anni non vaccinati e che non sono stati positivi negli ultimi 5 mesi sono 54.155 e l’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini confida di poter allargare ulteriormente la platea dei vaccinati contro il Covid con questo siero proteico il cui funzionamento differisce dagli altri finora utilizzati. Da domani sarà invece possibile somministrare un’ulteriore dose di vaccino come richiamo (“booster”) a tutti i soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria che hanno già ricevuto una dose addizionale a completamento del ciclo vaccinale primario, nell’ambito della campagna di vaccinazione anti Covid.

La quarta dose potrà essere somministrata nello specifico ai soggetti di età pari o superiore a 12 anni, che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi (di cui la terza addizionale), dopo un intervallo minimo di almeno quattro mesi (120 giorni) dalla dose addizionale stessa. Nelle Marche, secondo i dati del Ministero, la platea di soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria consta di 20 mila persone.


Intanto i ricoveri legati al Covid sono in calo nelle Marche: 226 (-13 su ieri), dei quali 27 in terapia intensiva (+1), 45 in semi intensiva (-5), 154 in reparti non intensivi (-9). I dati della Regione Marche indicano che ci sono stati anche 18 dimessi. Otto i decessi nell’ultima giornata, che fanno salire il totale a 3.593: sono morti 3 uomini e 5 donne, di età compresa tra 71 e 95 anni, tutti con patologie pregresse. Ci sono 15 persone in osservazione nei pronto soccorso e 169 ospiti nelle strutture territoriali a Campofilone, Galantara, Macerata Feltria, Sant’Elpidio a Mare, Corinaldo, Ripatransone. Ieri sono stati registrati 1.271 positivi rilevati nelle ultime 24 ore, con una positività del 37,3% dei 3.404 tamponi analizzati nel percorso diagnostico /(su 4.962 tamponi complessivi). Quella di Ancona resta la provincia con il maggior numero di casi, 386, seguita da Macerata con 299, Fermo con 193, Pesaro Urbino con 189, Ascoli Piceno con 165.

© RIPRODUZIONE RISERVATA