Sos per le Grotte di Frasassi, ​il Consorzio di gestione ha calcolato danni tra 500 e 700mila euro. Arriverà un aiuto dalla Regione, ecco di quanto

Prima della pandemia si registrava un flusso con oltre 250mila turisti

Domenica 9 Gennaio 2022
Sos per le Grotte di Frasassi, il Consorzio di gestione ha calcolato danni tra 500 e 700mila euro. Arriverà un aiuto dalla Regione, ecco di quanto

ANCONA - I flussi turistici flettono causa Covid e la Regione prova a metterci una pezza. Pezza che, per le Grotte di Frasassi, si traduce in un contributo da 150mila euro per «far fronte ai minori incassi ed ai maggiori oneri sostenuti a seguito dell’emergenza epidemiologica Covid-19». Cifra a carico del bilancio 2021/2023, annualità 2021, deliberata dalla giunta lo scorso 28 dicembre, ma il primo contributo al Consorzio era stato stanziato nel luglio 2020 ed ammontava a 130mila euro, poi integrato ad agosto con un ulteriore finanziamento di 30mila euro destinati alle stesse finalità. 

 
Il contributo
«Le Grotte di Frasassi – si legge nelle motivazioni della delibera del 2020, riprese in quella di fine 2021 –, dal punto di vista naturalistico e dell’offerta turistica, sono senza ombra di dubbio tra i più importanti attrattori turistici e culturali. La pandemia da Covid19 ha praticamente azzerato i flussi turistici che ogni anno facevano registrare oltre 250 mila presenze, con un danno incalcolabile sia per l’ente gestore che per l’economia turistica e ricettiva del territorio circostante, i cui effetti negativi, in modo indiretto, hanno interessato l’intero territorio regionale». Un effetto domino che, come conseguenza, ha avuto il «tracollo economico e finanziario che il Consorzio tra enti locali (Comune di Genga e Provincia di Ancona) – proseguono le motivazioni –, a seguito di questo stato di cose, ha subito, cosa che compromette pesantemente la regolare conduzione della struttura e condiziona molto anche le prospettive gestionali future». Il buco nelle casse non è più trascurabile: «I costi che il Consorzio deve sostenere per la messa in sicurezza dei turisti nei luoghi da visitare e la necessità di sviluppare una campagna promozionale che sia efficace per attrarre i turisti nazionali, ad iniziare da quelli delle Marche, appesantiscono ulteriormente l’andamento gestionale, con un danno che si aggira tra i 500 ed i 700mila euro annui». 

L'obiettivo
Di qui la necessità di ridare ossigeno al Consorzio, ma comunque la cifra non pare in grado di coprire le perdite. In ogni caso, il contributo è «destinato ad alimentare e sviluppare le misure di riavvio delle attività delle grotte di Frasassi che, a causa dell’emergenza Covid, hanno visto un forte calo degli incassi ed un contestuale incremento degli oneri di gestione». L’atto è in linea con il programma regionale di promozione e valorizzazione turistica, che punta a rimettere in piedi le attività di settore, in ginocchio a causa del Covid, con interventi di sostegno rivolti agli enti ed alle realtà locali. Oltre alle grotte di Frasassi, per esempio, anche il Comune di Senigallia riceverà un contributo da 150mila euro per il sostegno del Summer Jamboree, come previsto dal bilancio di previsione 2022-2024.

m. m.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA