Covid in ritirata dalle Marche, ma si prenotano in pochi per il vaccino anti Omicron

Covid in ritirata dalle Marche, ma si prenotano in pochi per il vaccino anti Omicron
di Lorenzo Sconocchini
3 Minuti di Lettura
Martedì 13 Settembre 2022, 02:15 - Ultimo aggiornamento: 07:55

ANCONA - Di vaccini di ultima generazione, aggiornati sulla variante Omicron 1, ormai ce ne sono a sufficienza nella nostra regione. Molti di più, in realtà, dei marchigiani che si sono prenotati per i booster con il siero anti-Covid di ultima generazione. Ieri sono state aperte le prenotazioni e il dato,aggiornato alle 17, conta appena 177 soggetti che hanno preso l’appuntamento con i centri vaccinali, di cui 150 per la quarta dose e il resto per la terza.

Ancona è la provincia con più prenotati (91) seguono Pesaro Urbino con 33, Macerata con 27, , Ascoli con 17 e Fermo con 9. Ieri c’è stata una nuova consegna nelle Marche di vaccini aggiornati alla variante Omicron 1. Nel primo pomeriggio sono arrivate ad Ancona le prime 22.100 dosi di vaccino anti Sars-Cov-2 Spikevax, targati Moderna. Le fiale sono state prese in consegna a Pratica di Mare dai Carabinieri che le hanno scortate fino alla farmacia dell’Inrca. Le dosi del vaccino aggiornato sono già in distribuzione presso le aree vaste e le aziende ospedaliere marchigiane che somministreranno i booster. 

Il carico

L’8 settembre scorso era arrivato nelle Marche un primo carico di vaccini bivalenti adattati per Omicron 1: 119mila dosi di Comirnaty (Pfizer/BioNTech). Tra Comirnaty e Spikevax, sono 141.100 le dosi aggiornate a disposizione. Dal giovedì prossimo, 15 settembre, i vaccini tarati sulla prima sottovariante di Omicron (che proteggono dalle forme più serie del Covid anche indotto da Omicron 5)potranno essere somministrate nelle diverse postazioni vaccinali. Saranno utilizzati come dose di richiamo, nei soggetti di età superiore a 12 anni, che abbiano almeno completato un ciclo primario di vaccinazione.

I destinatari

I vaccini aggiornati, gli unici che verranno utilizzati d’ora in avanti per terze e quarte dosi, sono raccomandati a chi deve ancora ricevere il secondo booster (quarta dose) in base alle raccomandazioni già previste (persone con età superiore ai 60 anni e soggetti fragili di qualunque età) ed inoltre anche operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e donne in gravidanza. La seconda dose booster può essere effettuata almeno 120 giorni dalla somministrazione della precedente dose o in caso di infezione, dalla guarigione. Inoltre il vaccino è raccomandato per tutti i over 12 in attesa di ricevere la prima dose di richiamo, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario.
Intanto l’epidemia nelle Marche continua la sua fase di regressione. Con i 200 nuovi positivi annotati ieri nei bollettini (relativi ai tamponi di domenica) la settimana si chiude sotto i 3.400 casi, con un’incidenza di 225 positivi ogni 100mila abitanti, in calo del 17% nell’ultima settimana. Continuano a scendere anche i ricoveri per Covid (passati ieri da 60 a 58) con soli tre pazienti in terapia intensiva. Il bollettino di ieri ha registrato un nuovo decesso correlato all’epidemia, il quarto caso dell’ultima settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA