Lionel Messi è marchigiano. I suoi trisnonni partirono a fine 1800 da Recanati e San Severino per l'Argentina. «Diamogli la cittadinanza onoraria»

Lionel Messi è marchigiano. I suoi trisnonni partirono nel a fine 1800 da Recanati e San Severino per l'Argentina. «Diamogli la cittadinanza onoraria». A sinistra Fiorenzo Santini, a destra Lionel Messi
Lionel Messi è marchigiano. I suoi trisnonni partirono nel a fine 1800 da Recanati e San Severino per l'Argentina. «Diamogli la cittadinanza onoraria». A sinistra Fiorenzo Santini, a destra Lionel Messi
di Gianluca Murgia
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Novembre 2022, 16:44 - Ultimo aggiornamento: 22:42

Avrebbe fatto comodo alla Nazionale azzurra di Roberto Mancini: Lionel Messi è marchigiano, il Messia del calcio degli ultimi 20 anni ha sangue italianissimo. I suoi trisnonni, sia parterni che materni, partirono dalle Marche per l'Argentina in cerca di fortuna alla fine del 1800. E pazienza se l'esordio nel Mondiale in Qatar non è stato dei migliori: il giocatore più forte del calcio moderno, unico argentino a segnare un gol in 4 edizioni diverse dei mondiali (grazie al rigore realizzato oggi contro l'Arabia Saudita), ha orgini nostrane. Lo ha ribadito su RaiPlay, al Circolo dei Mondiali, Fiorenzo Santini  sociologo dell'emigrazione marchigiana in Argentina. «Quando nel 2001 ho letto che un predestinato del calcio aveva firmato per il Barcellona a 14 anni e si chiamava Messi, mi sono detto: questo è sicuramente marchigiano» ha raccontato Santini. «C'erano dieci giocatori, che facevano di cognome Messi, che giocavano nei campionati minori marchigiani - ha spiegato ancora - Il cognome Messi è chiaramente marchigiano. Così, facendo delle ricerche, abbiamo scoperto che entrambi i tris nonni di Messi erano marchigiani ed emigrati in Argentina».

I trisavoli marchigiani

Erano Angelo Messi e la sua famiglia, partiti da Recanati nel 1893 con la nave SudAmerica dal porto di Genova. La cosa curiosa è che quella nave faceva scalo proprio a Barcellona: si può dire, quindi, che il primo Messi a mettere piede a Barcellona fu suo trisnonno Angelo. I nonni della parte materna, Raniero Cuccittini e la moglie, partirono nel 1899 da una frazione di San Severino Marche e poi si imbarcarono con la nave Washington sempre da Genova. Erano i bis nonni dei genitori di Messi:  Jorge Horacio Messi e di Maria Celia Cuccittini.

Quando i migranti eravamo noi

Più di 100 anni fa gli emigrati eravamo noi. In un secolo 200mila marchigiani emigrarono, allora, in Argentina.  Leandro Messi è il cugino di terzo grado di Lionel Messi e abita a Recanati. Si occupa di costruzione di statue in movimento per il presepe. La famiglia Messi sa delle origini marchigiane ma ad oggi non ha manifestato interesse per tornare qui o fare un incontro. «Il terzo più grande gicatore di tutti tempi, dopo Maradona e Pelè o Pelè e Maradona - ha ribadito Fiorenzo Santini -  è di sangue marchigiano purissimo: un orgoglio per la nostra Regione. Il mio desiderio è di riuscire a consegnare la cittadinanza onoraria a Messi e che lui dica "sono marchigiano"». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA