Covid, nelle Marche 906 nuovi positivi ma con pochi tamponi. Ecco dove il virus ancora corre. Tre decessi, ricoveri +2/ Il trend

Lunedì 14 Marzo 2022
Covid, nelle Marche 906 nuovi positivi ma con pochi tamponi. Ecco dove il virus ancora corre. Tre decessi, ricoveri +2/ Il trend

ANCONA - Le nuove varianti, Omicron 2 e Deltacron, marchiano questa fase della quarta ondata Covid nelle Marche, con numeri dei contagi in ripresa, ma, per fortuna, con numeri ancora bassi per quanto riguarda la pressione sulle strutture sanitarie. Lo scudo vaccinale si sta confermando fondamentale nell'arginare gli effetti di questa fase della pandemia, tanto che i  numeri dei ricoveri sono dalla settimana scorsa sono da zona bianca. Non va sottovalutata però l'incidenza, che è risalita in zona 800 dopo essere tornata, un paio di settimane fa, sotto 600. Oggi, lunedì 14 marzo, i dati scontano, come sempre, il limitato numero di esami effettauti ieri, domenica. Il Gores ha comunque segnalato 906 nuovi positivi (ieri 2.099), con un tasso di positività del 44,2% (dal 41,8%), sui 2.048 tamponi analizzati (5.019). Sostanziamente stabile l'incidenza si attesta a 792,52 casi settimanali ogni 100mila abitanti (791,46).

Tre decessi, ricoveri +2

Oggi sono stati purtroppo segnalati tre decessi legati al Covid: sono morti un 88enne di Sant'Angelo in Vado (Pu), una 89enne di Castelfidardo (An) e una 98enne di Fossombrone (Pu). Dall'inizio della pandemia sono state 3.643 le vittime nelle Marche, 2.033 uomini e 1.610 donne. Sale leggermenti il numero dei ricoverati, che oggi sono 174, due più di ieri. Salgono a 14 (+1) quelli in terapia intensiva e 160 (+1) quelli in area medica

Il contagio nelle province

I numeri cambiano, ma la distribuzione rimane la medesima ormai da settimane: resta Ancona la provincia marchigiana più colpita (269 casi), davanti a Macerata (193), Ascoli Piceno (171), Pesaro Urbino (122) e Fermo (111) ; sono 40 i contagiati provenienti da fuori regione

Pronto soccorso ancora a secco di medici: «L’ultima speranza ora è il premier Draghi»

I positivi per classi di età

Si confermano quelle intermedie le fasce d'età più colpite dai contagi, le uniche ad andare in "tripla cifra" oggi: 231 casi per i 45-59enni e 222 per i 25-44enni. Massima attenzione, ancora, anche ai contagi tra i più giovani, con 266 casi tra gli under 18, picchi di 84 tra i bambini delle scuole elementari (6-10 anni) e di 61 tra quelli delle medie (11-13 anni).

Postazione 118, una notte senza medico: «Dottoressa positiva e niente sostituti»

 

IL TREND DEI CONTAGI

 

 

Ultimo aggiornamento: 15 Marzo, 09:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA