#iorestoacasa, la bellezza in quattro mosse: con il sale fai miracoli

#iorestoacasa, la bellezza in quattro mosse: con il sale fai miracoli
#iorestoacasa, la bellezza in quattro mosse: con il sale fai miracoli
di Maria Teresa Bianciardi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Marzo 2020, 10:47

Il sale per gli antichi greci era il simbolo dell’ospitalità ed ha rappresentato anche una moneta di scambio, vera e propria fonte di ricchezza per gli imperi: oggi questi preziosi cristalli fanno parte della nostra vita, li usiamo in cucina per insaporire i cibi o conservarli, ma non ne conosciamo le infinite proprietà. Proprietà che ci possono dare una mano in questi giorni di sedentarietà forzata per drenare il corpo, sbarazzarci delle impurità e combattere gli inestetismi della pelle. Abbiamo chiesto a Valeria Ameri Alessandrelli, titolare del centro di benessere ed estetica Grand Jeté di Ancona, di aiutarci a realizzare in casa un pacchetto wellness utilizzando appunto il sale. 



LEGGI ANCHE: Esame di maturità e di terza media, la ministra Azzolina: «Presto una norma per disciplinarli»

«Diciamo subito che stiamo parlando di una terapia antichissima e viene utilizzato in estetica per la sua azione osmotica, fondamentale per un drenaggio linfatico - spiega Valeria - ma il sale ha anche capacità antinfiammatorie, quindi è utilissimo per combattere la cellulite come pure per alleviare i dolori articolari». Ma basta il comune sale da cucina per approntare un trattamento faidate? «Se a casa non abbiamo altro va bene, ma ricordiamo che stiamo parlando di un sale trattato, composto solamente da cloro e sodio. Se utilizziamo un sale integrale, per esempio, abbiamo ben 72 oligoelementi in più rispetto a quello da cucina. Il sale dell’Himalaya, poi, ne ha 80 e una concentrazione importante di calcio e magnesio».
 
Poi, sottolinea Valeria Ameri Alessandrelli, c’è il sale del Mar Morto. «Che non si trova al supermercato ma che contiene tutti gli oligoelementi che contiene il mare più potassio e magnesio. Il top». Per un trattamento di benessere possiamo quindi utilizzare a nostro piacimento il sale che vogliamo, ben conoscendo adesso le diverse proprietà. «Si può cominciare con un peeling - spiega Valeria - con olio di girasole. ma attenti alla granulometria, che sarà importante per le zone come ginocchia e gomiti e molto leggera per le zone più delicate. Poi possiamo preparare a un impacco: con il massaggio si va a stimolare il microcircolo, ma se lo lasciamo in posa con la pellicola trasparente per 5-10 minuti ha un effetto drenante potentissimo». Se avete una vasca, una volta sciacquate con getti acqua calda e fredda, potete rilassarvi un po’. Riempite la vasca, fate sciogliere un chilo di sale e vi immergete per una ventina di minuti, non di più. L’effetto è sbalorditivo. «Per finire utilizzate una crema idratante o drenante, se l’avete. Ma mi raccomando: utilizzate prodotti privi di parabeni e vasellina». Occhio, eh?

© RIPRODUZIONE RISERVATA