Bonaccini apre a Ricci: «È un amico, se vorrà ragionare io ci sono»

Bonaccini apre a Ricci: «È un amico, se vorrà ragionare io ci sono»
Bonaccini apre a Ricci: «È un amico, se vorrà ragionare io ci sono»
2 Minuti di Lettura
Sabato 3 Dicembre 2022, 18:25

Matteo Ricci, sindaco di Pesaro, «farà quello che crede. È un amico, ci conosciamo da tantissimi anni. Veniamo da partiti che hanno cambiato ogni tanto il nome ma la provenienza è quella. Vedremo, se vorrà ragionare io ci sono. A me interessa se irrobustiamo il senso delle idee, non togliere nomi e cognomi. Tutto quello che può venire di utile è importante. Dopo di che ho la sensazione che raccoglieremo l'adesione e il sostegno di tantissimi amministratori locali». Così Stefano Bonaccini intervenendo a Firenze insieme al sindaco Dario Nardella. 

La sinistra veloce

Matteo Ricci, nelle ultime ore, ha lanciato alcuni nuovi punti che, secondo lui, dovrebbe avere il nuovo Partito Democratico dando appuntamento il 16 dicembre a Roma: «Un Pd combattivo, una sinistra veloce e garantista. Altri due punti delle #10IdeePD che abbiamo lanciato settimana scorsa a Roma. Dobbiamo batterci contro questa Legge di Bilancio, inadeguata per fronteggiare crisi e inflazione, iniqua perchè fa cassa sui poveri. Un’Italia più lenta è un’Italia meno giusta. Un’Italia più semplice è un’Italia che crea nuove opportunità per chi non ne ha o fatica più di altri ad averne. Quella per una “sinistra veloce” è una sfida culturale. La velocità nel fare, con coerenza e combattività. Per chi soffre, per il lavoro, per il Pianeta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA