Canil dai campi di calcio ai banchi della politica, il presidente dell'Ancona-Matelica nel direttivo della Lega di Salvini

Martedì 7 Dicembre 2021 di Sara Sabbatucci
Il presidente dell'Ancona-Matelica Mauro Canil

MATELICA - Mauro Canil è stato nominato membro nel direttivo cittadino della Lega. Per l’imprenditore e patron della società calcistica Ancona-Matelica, militante nel campionato di serie C, è un rientro in politica dopo anni di assenza. Canil, nato a Castelfranco Veneto il 4 luglio del 1968, è imprenditore e dirigente dell’azienda matelicese Fidea. È stato vicesindaco (esponente della lista “Progetto Matelica”) dal 2009 fino al 2014 con la giunta all’epoca guidata da Paolo Sparvoli, e successivamente, consigliere comunale d’opposizione con “Nuovo Progetto Matelica”. 

 

Da tempo fuori dalla scena politica si è dedicato completamente al lavoro e alla sua grande passione per il calcio che lo ha portato, insieme alla presidente della società sportiva Ancona-Matelica, Roberta Nocelli, ad approdare nel calcio professionistico. Prima con la squadra del paese dell’entroterra maceratese e ora nel capoluogo di regione. Nel ruolo di segretario cittadino della Lega è stato eletto l’imprenditore di una società di pulizie della città, Luciano Milanese, compagno della presidente dell’Ancona-Matelica, Nocelli. La politica si lega, così, con il mondo dello sport anche se Milanese vuole tenere ben distinti i due ambiti. «Io, segretario del partito, mi occupo di politica, lei solo di calcio – dichiara -. A Matelica non c’è mai stato un direttivo della Lega. Fino a ieri era tutto commissariato.

C’era un circolo gestito dalla ex coordinatrice Ivana Marchegiani che poi è stata destituita dal senatore Paolo Arrigoni, quindi il commissario aveva ufficiosamente nominato me. Domenica si è svolto a Matelica il congresso del partito e io ho avuto la carica di segretario del circolo di Matelica – spiega Milanese -. I membri del direttivo sono Canil, Gabriele Calisti, Monia Serpicelli e Marco Papilli e insieme ci stiamo dando tanto da fare per il bene della nostra città».

Il neo segretario non nasconde la sua soddisfazione per essere riuscito in questi mesi a portare tanti iscritti al partito di Salvini. «Sono davvero molto soddisfatto per la carica che mi è stata affidata. Cercherò di lavorare al meglio per la mia città – aggiunge -. Per il momento continueremo il progetto politico di Matelica Futura, la compagine politica che sta amministrando Matelica, con al vertice il sindaco Massimo Baldini. È mia intenzione continuare ad appoggiare questa maggioranza infatti stiamo andando di pari passo con loro, con i loro progetti, e ci impegneremo affinché quanto è stato promesso in campagna elettorale venga rispettato. È stata davvero una bella soddisfazione arrivare a 150 tesserati, vuol dire che la gente crede in noi e in questo partito. Un ottimo risultato ed un grande traguardo per un partito che fino allo scorso anno aveva davvero pochissimi iscritti. Per ora posso dire che cercherò davvero di impegnarmi tantissimo, poi, ovviamente quello che può accadere in futuro non lo so, non si può immaginare adesso, ma il nostro impegno, posso assicurarlo, sarà massimo su tutti i fronti. Ci stiamo dando molto da fare anche in vista delle elezioni nazionali del 2023, poi ci saranno anche quelle comunali. Vorrei inoltre portare in Provincia un membro del Comune di Matelica».
 

Ultimo aggiornamento: 16:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA