Le truffe stanno diventando un incubo. I carabinieri salgono sul pulpito della cattedrale durante la messa per avvisare gli anziani dei pericoli

Lunedì 12 Luglio 2021 di Monia Orazi
L'allarme truffe agli anziani lanciato anche dalla chiesa

MATELICA - D’estate aumenta il rischio delle truffe agli anziani e siccome prevenire è meglio che curare, i carabinieri salgono sul pulpito per avvertire gli anziani ed avere la loro massima attenzione.

 

 

E’ successo ieri mattina nella cattedrale di Matelica, dopo la messa il il maresciallo dei carabinieri, Christian Orrù comandante della stazione dei carabinieri di Matelica ha lanciato un appello ai cittadini a collaborare, per contrastare truffe e tentativi di raggiro ai danni dei nonnini.  Il comandante, ha spiegato in breve i rischi che corrono gli anziani lasciati da soli a casa, spesso ignari di chi si trovano di fronte, con il ladro che prima di agire studia bene la vittima e spesso la inganna, dicendo il nome di qualche familiare che ha bisogno di aiuto. Il buon cuore dei nonnini a volte non resta indifferente al richiamo di aiuto e scatta la truffa.

Il maresciallo Orrù ha chiesto l’aiuto di tutta la comunità, per aiutare le forze dell’ordine a prevenire e perseguire questo tipo di reato. «Si sta verificando un aumento dei reati predatori, va evitato di lasciare gli anziani di soli a casa, per non rischiare truffe - ha spiegato il militare - invito tutti a non lasciar entrare estranei in casa con le scuse più disparate e a non credere a quanto raccontano. Per qualsiasi sospetto o problema contattateci al 112, siamo pronti ad intervenire. Ci serve l’aiuto di tutti per contrastare questi reati».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA