Due milioni di followers per Vicky: «Così racconto le nonne della pasta». È inglese e molto attiva sui social

Vicky Bennison
Vicky Bennison
di Luca Patrassi
3 Minuti di Lettura
Sabato 4 Giugno 2022, 06:40

MACERATA - Due milioni di followers, libri di cucina tradotti in tutto il mondo: lei si chiama Vicky Bennison è una inglese che da anni vive a Cingoli ed è una star assoluta, un fenomeno social e editoriale grazie alle pasta-grannies, le nonne della pasta a mano. Già, si parla di un’inglese che sta avendo un successo planetario con una tradizione italiana che si sta perdendo, quella della pasta fatta in casa secondo le regole dei tanti campanili cittadini.

 
Testi e video le cui protagoniste sono appunto le nonne, in qualche a caso anche donne centenarie, ben contente di farsi riprendere e di raccontare le ricette del loro paese, le ricette del cuore. L’idea di partenza: «Stavo lavorando a un libro, quando ho pensato che, in genere, erano solo le donne più anziane a fare pasta a mano. Donne sopra gli ottanta anni, alcune anche centenarie, che sono l’ultima generazione che ha dovuto fare ciò per poter sfamare le proprie famiglie, per i più giovani è una scelta. Ho pensato due cose: mi piacerebbe annotare le loro abilità e, secondariamente, questa è un’ottima occasione per celebrare le donne più anziane che sono molto spesso invisibili nel mondo dei social media». 


Come è arrivata Vicky Bennison a Cingoli? «Ci sono arrivata con mio marito nel 2005, adoriamo la vista dalla casa! L’area di Ancona/Macerata la conoscevo grazie al lavoro di mio padre, lui e mia madre erano soliti andare in Grecia e passare qualche giorno nelle Marche prima di prendere il traghetto. Abbiamo deciso di rimanere qui perché adoriamo questi luoghi: le persone sono gentili e amichevoli, i vini sono fantastici, il cibo ovviamente è buonissimo». 

Un’idea di partenza, il sostegno delle nonne della pasta, la visione dei panorami di Cingoli ed oggi Vicky Bennison è un brand mondiale: «Ho deciso di fare video per riprendere esattamente il processo della creazione della pasta. Il canale YouTube “the pasta grannies” è diventato virale nel 2018 e ha circa 2 milioni di followers considerando tutte le piattaforme». Un riferimento finale alle Marche: «Le Marche hanno tradizioni culinarie forti e diverse, grazie alla varietà del territorio e alle tante aziende agricole; da outsider ho sempre qualcosa da imparare. Filmeremo nella regione tra qualche settimana, dal 20 al 27 giugno, quindi se qualcuno conosce una nonna o un nonno che sa fare una pasta tipica della sua area, per favore mi contatti, vicky@pastagrannies.com».

Il primo libro di cucina sulle Pasta Grannies è tradotto in italiano, francese, tedesco, olandese, svedese, giapponese e spagnolo (a settembre).

© RIPRODUZIONE RISERVATA