Il turismo riparte in bicicletta: maxi progetto con 28 Comuni. Ecco quelli che hanno aderito

Mercoledì 2 Giugno 2021 di Veronica Bucci
Il turismo riparte in bicicletta: maxi progetto con 28 Comuni. Ecco quelli che hanno aderito

MACERATA  - Si svolgerà oggi a Sarnano, nella splendida cornice dei Monti Sibillini, la cerimonia della firma del protocollo d’intesa Noi Marche. Tutti gli amministratori dei Comuni appartenenti al progetto sono stati invitati a testare uno dei tanti itinerari cicloturistici mappati da “Noi Marche Bike Life”. Aderenti al progetto sono 28 Comuni tra la zona del Maceratese, del Fermano e dell’Anconetano. Ecco quali.

 

 

Civitanova Marche (comune capofila), Apiro, Appignano, Cingoli, Colmurano, Falconara, Falerone, Fiastra, Francavilla d’Ete, Grottazzolina, Gualdo, Jesi, Loro Piceno, Macerata, Matelica, Monsano, Montegiorgio, Montegranaro, Morrovalle, Penna San Giovanni, Potenza Picena, Ripe San Ginesio, Sant’Angelo in Pontano, San Ginesio, San Severino Marche, Sarnano, Treia e Urbisaglia.

Noi Marche, nata nel 2012 da un’idea della Miconi Srl e grazie al contributo dei Comuni fondatori, vuole promuovere il territorio marchigiano. Il progetto ha avuto sempre più successo grazie anche alla realizzazione di un ulteriore prodotto, dedicato al bike, dal nome Noi Marche BikeLife creato dalla Miconi Srl insieme a Marche Bike Life di Mauro Fumagalli e Biocycle Sibillini di Stefano Marchegiani. Tale progetto è iniziato nel 2019, grazie al contributo di 4 Comuni (Civitanova, Appignano, Morrovalle e Sarnano) mappando un circuito permanente dal mare alla montagna di circa 130 chilometri, creando 9 percorsi cicloturistici e adeguando circa 20 operatori tra bike hotel e bike friendly.

Nel 2020 si sono aggiunti altri quattro comuni: Cingoli, Fiastra, Montegranaro e Penna San Giovanni. Sono stati realizzati ben 17 itinerari cicloturistici, una rete di associazioni locali e 57 strutture socie tra bike hotel e bike friendly. «Grazie al grande successo ottenuto - spiegano i promotori dell’iniziativa - siamo arrivati quest’anno ad associare 28 Comuni promuovendo 4 vallate marchigiane (Val di Tenna, Val di Chienti, Valle del Potenza e Valle Esiba). Lo scopo, infatti, è sempre quello che ha visto la fondazione di Noi Marche, promuovere il territorio marchigiano, dal mare alla montagna e viceversa.

Ad oggi oltre ai 28 Comuni soci, Noi Marche BikeLife ha il sostegno di ben 170 bike friendly e bike hotel, tutti pronti ed adeguati ad accogliere al meglio il cicloturista. Il progetto Noi Marche Bike Life è riuscito a creare una rete tra amministratori e operatori del settore dando vita ad un prodotto utile al cicloturista con informazioni pratiche e attendibili, migliorando notevolmente l’accoglienza». Oggi i sindaci e gli assessori soci si incontreranno a Sarnano anche per provare, uno dei tanti percorsi realizzati da Noi Marche BikeLife. Alcuni andranno in bici, altri a piedi, ma tutti insieme per conoscere e apprezzare la vista della famose Cascatelle di Sarnano. Gli amministratori si ritroveranno poi alle Terme di Sarnano per la cerimonia della firma del protocollo d’intesa Noi Marche. Questo momento di aggregazione tra amministratori si può considerare unico nel suo genere in quanto, tutti i presenti, parteciperanno attivamente all’evento ciclabile testando così il prodotto finale. 

«Civitanova, insieme ad Appignano, Morrovalle e Sarnano – afferma il sindaco di Civitanova Marche, Fabrizio Ciarapica – ha contributo alla creazione di un circuito permanente dal mare alla montagna di circa 130 chilometri, creando nove percorsi cicloturistici e adeguando circa 20 operatori tra bike hotel e bike friendly. Il progetto Noi Marche Bike Life è riuscito a creare una rete tra amministratori e operatori del settore dando vita ad un prodotto utile al cicloturista con informazioni pratiche e attendibili, migliorando notevolmente l’accoglienza. Puntiamo moltissimo sul turismo in bicicletta e raccoglieremo tutte le esperienze al Civitanova bike festival dal 3 al 5 settembre, al Varco sul Mare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA