I contagi non frenano, a Cingoli e Tolentino chiusi parchi e giardini

Lunedì 15 Marzo 2021
Operatori in tenuta anticovid (foto di repertorio)

MACERATA - I dati sui contagi sul territorio comunale preoccupano. Così il sindaco Michele Vittori ieri pomeriggio con un’ordinanza ha chiuso dalla mezzanotte di  oggi  a domenica 28 marzo alle 24, tutte le 14 aree verdi accessibili al pubblico e dislocate sul il territorio comunale: parchi, giardini pubblici, aree attrezzate per bambini e adulti.

 

 

Una misura necessaria al fine di contenere e di contrastare la diffusione del contagio. I numeri sono chiari e da monitorare quotidianamente: basti pensare che un anno fa di questi tempi compresi i 40 ospiti della Casa di riposo “Foltrani-Filati”, i positivi erano poco più di 90. E se la situazione non dovesse migliorare potrebbe anche arrivare una seconda ordinanza inerente agli ingressi contingentati ai supermercati, come l’anno scorso. Questo nuovo provvedimento arriva dopo il divieto di accesso ai 14 uffici comunali da parte del pubblico (potrà avvenire solamente previo appuntamento telefonico o mail), nonché alla proroga sulla chiusura dell’area attrezzata sosta camper (gestita dalla Pro Loco).

Ma anche all’ufficio Ait (Accoglienza Informazione Turistica) di via Luigi Ferri, non è più consentito l’ingresso al pubblico: le informazioni si potranno chiedere solo per telefono o tramite mail. Ordinanza firmata anche a Tolentino dove si è ritenuto necessario disporre la chiusura al pubblico di tutti i parchi e giardini pubblici presenti nel territorio comunale di Tolentino. Pertanto vista la legge che attribuisce al sindaco in qualità di autorità sanitaria locale competenze in materia di adozione dei provvedimenti finalizzati alla tutela della salute pubblica, è stata emessa una ordinanza che è valida fino a revoca della stessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA