Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cocaina venduta ai giovanissimi a Civitanova Marche. Il pusher è un ragazzo di 17 anni

La polizia
La polizia
di Daniel Fermanelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 24 Gennaio 2021, 05:40

CIVITANOVA - Continuano i servizi antidroga predisposti lungo la costa dalla questura di Macerata. Nel pomeriggio di venerdì a Civitanova, dopo un’indagine durata pochi giorni, con un blitz messo a segno in una via del centro, gli agenti del commissariato guidati dal dirigente Fabio Mazza, hanno stroncato un giro di spaccio. Nei guai un ragazzo di soli 17 anni, fermato dagli agenti mentre si aggirava con fare sospetto nei dintorni della stazione ferroviaria, con 20 dosi di cocaina in tasca pronte per essere vendute. 

LEGGI ANCHE;

Una marea di droga dal Belgio: due albanesi in manette, sequestrati 14 chili di cocaina

 
Al momento del controllo, il giovane ha mostrato subito segni di nervosismo. La perquisizione effettuata dai poliziotti ha permesso di rinvenire, all’interno del giubbotto che indossava, un coltello a serramanico e ben 20 dosi di cocaina, verosimilmente destinate a giovani e giovanissimi della zona. Nel corso dell’operazione è stata inoltre rinvenuta la somma di circa 200 euro ritenuta frutto dell’attività di spaccio condotta dal ragazzo. Successivamente è stata sottoposta a perquisizione anche l’abitazione del giovane. Gli agenti del commissariato di Civitanova hanno così trovato un bilancino di precisione e diversi ritagli in cellophane utilizzati per il confezionamento delle dosi. Alla fine il diciassettenne è stato denunciato alla Procura dei minori di Ancona per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio. 


Si tratta della secondo operazione antidroga in pochi giorni condotta dalla polizia. A Treia, nella tarda serata di martedì, gli agenti della Squadra mobile e dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Macerata, hanno arrestato per spaccio un 19enne. Al termine dell’operazione sono stati sequestrati due involucri contenenti un totale di circa due etti di hashish, di cui il giovane (tornato in libertà dopo il patteggiamento) aveva tentato di disfarsi gettandoli dalla finestra della sua camera al momento dell’irruzione delle forze dell’ordine.

L’indagine è nata seguendo i movimenti di due ragazzi conosciuti dalla polizia come consumatori di droga, i quali nella serata di martedì si erano recati nell’abitazione del giovane arrestato. I due sono stati seguiti dai poliziotti che verso mezzanotte, dopo aver circondato l’abitazione, hanno deciso di irrompere all’intero. Il giovane poi finito in manette ha tentato di disfarsi della droga, gettandola dalla finestra della camera. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA