Civitanova, sequestro di merce
fermati due commercianti abusivi

Lunedì 1 Luglio 2019
Civitanova, sequestro di merce fermati due commercianti abusivi

CIVITANOVA - È iniziato ieri il pattugliamento delle spiagge del litorale nord e sud per contrastare i venditori abusivi. In azione il commissariato, la Capitaneria di Porto e la polizia locale. Le operazioni di presidio sono partite alle ore 14,30 dal lungomare Piermanni per poi proseguire sul lungomare nord. 

L’azione congiunta delle forze dell’ordine ha permesso di fermare un venditore di capi d’abbigliamento che si confondeva tra gli ombrelloni all’altezza dello chalet Marebello (litorale sud). «Si tratta di un abusivo di origine magrebina - spiega l’assessore alla Sicurezza Giuseppe Cognigni -. È stato avvistato dai militari della Capitaneria e da un vigile urbano in borghese. Il commerciante irregolare, vistosi pedinato, ha cercato di scappare andando in direzione del marciapiede, dove è stato prontamente bloccato da una pattuglia del commissariato e dalla polizia locale. L’uomo, con tanto di merce al seguito, è stato poi portato nella sede della polizia locale per l’identificazione e il sequestro dei capi d’abbigliamento che aveva con sé». «Vicino al Batik (tra il litorale centro e quello nord) - prosegue Cognigni - militari della Capitaneria e la polizia locale hanno inseguito e raggiunto in una manciata di minuti un altro venditore abusivo che cercava di scappare. Si tratta di un senegalese sprovvisto di documenti, anche lui in possesso di articoli d’abbigliamento pronti alla vendita. Si sospetta - evidenzia l’assessore - che si trovi irregolarmente sul territorio italiano, in merito saranno fatti gli opportuni controlli. Il presidio interforze proseguirà per tutta l’estate ma i giorni per intervenire saranno decisi di volta in volta con riunioni tra le forze dell’ordine». 

«Purtroppo-aggiunge- ieri mattina abbiamo registrato anche le sgradevoli conseguenze dei bagordi del sabato sera. La porta del bagno pubblico di fronte a Villa Letizia (lungomare centro) è stata sfondata e sono stati danneggiati molti cestini dei rifiuti nelle vie del Borgo Marinaro. Cercheremo di risalire ai responsabili grazie alle telecamere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA