Appignano, stroncato da un malore
mentre gioca ​una partita di calcetto

Mercoledì 22 Giugno 2016
I sanitari sul posto

APPIGNANO - Si accascia a terra, colpito da un arresto cardiorespiratorio. Muore dopo quasi un’ora. il malore ieri sera, intorno alle 23, ad Appignano, nel vecchio campo sportivo di via Del Monte.

La vittima è Marco Garbuglia, 19 anni, residente a Trodica di Morrovalle. Il giovane stava giocando una partita di calcetto insieme agli amici quando, all’improvviso, si è sentito male. È stramazzato a terra e subito i compagni hanno dato l’allarme. 

Sul posto, nel volgere di pochi minuti, sono intervenuti gli operatori dell’emergenza sanitaria del 118. I soccorritori hanno avviato il massaggio cardiaco. Hanno fatto davvero di tutto per strappare alla morte il diciannovenne ma alla fine ogni tentativo è stato vano.

Il cuore del ragazzo ha cessato di battere, gettando tutti nella disperazione. Gli amici di Marco hanno assistito col cuore in gola alle operazioni di rianimazione, sperando in una reazione. Che però non c’è stata. Alla fine al medico non è restato che comunicare la tragica notizia. 

Dolore e sconcerto al liceo Galilei dove questa mattina Marco doveva sostenere l'esame di maturità.

Ultimo aggiornamento: 13:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA