Spacciava droga ai minorenni
il pusher preso al parco giochi

Lunedì 15 Aprile 2019
PORTO SANT’ELPIDIO - Finisce in manette lo spacciatore di droga ai ragazzini. E’ stato colto in flagrante e bloccato ieri G. D., 52enne, già noto alle forze dell’ordine per ripetuti episodi, mentre cedeva marijuana ad alcuni minorenni in un parco giochi del centro a Porto Sant’Elpidio. L’uomo, già protagonista di diverse intemperanze, in ultimo, appena un mese fa, un’aggressione al comandante della locale stazione dei carabinieri Corrado Badini, era da tempo seguito e osservato dai militari. Ieri l’uomo, celibe e senza occupazione, è stato avvistato mentre con un movimento repentino cedeva qualcosa ad un ragazzo, ricevendo in cambio una somma di 80 euro. 

 

I carabinieri, coordinati dal maresciallo Corrado Badini, aspettavano proprio di cogliere sul fatto il momento dello spaccio e sono intervenuti in modo fulmineo. Prima hanno bloccato il ragazzo e recuperato 13 grammi di marijuana. Poi si sono lanciati all’inseguimento del pusher. Un’operazione non semplice, dato che l’uomo, appena ha visto gli uomini dell’Arma, si è liberato di un altro involucro, contenente altri 15 grammi, dello stesso tipo di sostanza sequestrata al giovanissimo, ha poi tentato la fuga. Ma i carabinieri sono riusciti comunque a fermarlo. Oltre allo stupefacente, hanno sequestrato 180 euro, proventi della vendita di droga. Al minore è stata applicata la contestazione ai sensi del Dpr 309/90, che per i minori prevede una segnalazione da parte del Prefetto alla famiglia.

Il pusher, invece, è stato tratto in arresto ed è detenuto al carcere di Fermo, a disposizione del Pm. L’uomo era al centro delle attenzioni dei militari di Porto Sant’Elpidio da almeno due mesi. Non era sfuggita ai carabinieri la sua attività di spaccio rivolta ai minori, effettuata anche nei pressi di alcuni plessi scolastici della città costiera e in abituali zone di ritrovo dei ragazzi, dalle aree verdi ai campi sportivi al lungomare. Il 52enne un mese fa aveva opposto resistenza e violenza al maresciallo Badini, quando era stato trovato in possesso di oltre 80 dosi di hascisc. In quell’occasione è stato sottoposto anche all’obbligo di firma alla stazione dell’Arma di Porto San Giorgio. L’estate scorsa era stato invece deferito perché trovato in possesso di un consistente quantitativo di marijuana, poco meno di 38 grammi, e di una dose di cocaina. Un episodio capitato nuovamente il giorno di Ferragosto, sempre del 2018, quando ad un controllo era stato trovato in possesso di 90 grammi di marjuana.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA