Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Avvistati tre lupi, a Porto San Giorgio. L'appello: «Tenete i cani al guinzaglio, tanti animali scomparsi»

Avvistati tre lupi, a Porto San Giorgio. L'appello: «Tenete i cani al guinzaglio, tanti animali scomparsi»
di Serena Murri
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Agosto 2022, 06:30

PORTO SAN GIORGIO - Allarme lupi. Il presidente interprovinciale Federcaccia, Stefano Artico si è detto preoccupato per l’avvistamento di tre lupi. Una sola raccomandazione da parte di Artico: «Tenete i cani al guinzaglio». Sono stati avvistati tre lupi, come già era avvenuto più volte anche durante i mesi scorsi in zone collinari e di campagna.

Questa volta, la zona interessata è quella di Rio Vallescura, nei pressi della comunità neocatecumenale. Dato che, a quanto è stato detto a Stefano Artico, nelle campagne sono già stati segnalati casi di animali scomparsi, come cani, gatti, animali domestici e da cortile, serve fare una maggiore attenzione per cercare di proteggere le bestie il più possibile da eventuali attacchi da parte di questi animali selvatici che -come noto- pur non essendo pericolosi per l’uomo, si spostano sul territorio e si nutrono di questi animali. Artico si sente di ribadire di fare maggiore attenzione, dato che anche la settimana scorsa erano stati avvistati due esemplari di lupi, sempre nelle campagne. «Il consiglio spassionato -ha dichiarato Artico- è quello di non girare per le strade delle campagne sangiorgesi, dove si aggirano sia lupi che cinghiali. Soprattutto, evitate di portare i vostri cani senza guinzaglio nelle campagne perché potrebbe essere molto pericoloso se i vostri animali da compagnia dovessero imbattersi in queste specie selvatiche che sono protette e non c’è niente che possiamo fare». Il pericolo è anche indiretto perché la presenza di questi animali, spesso e volentieri, può provocare incidenti anche seri per le vetture in circolazione. Solo una settimana fa infatti, nei pressi di Montecacciù, un capriolo inseguito da un lupo, ha attraversato la strada sulla Castiglionese ed è stato investito da una vettura sulla quale viaggiava un ragazza la quale ha riportato conseguenze importanti dopo l’incidente (oltre ad un danno alla vettura di 4800 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA