Palio dei Comuni, Gualdo Tadino beffa Fermo. Il sindaco: «Pensavo che fossimo secondi»

Lunedì 15 Novembre 2021 di Domenico Ciarrocchi
Palio dei Comuni, Gualdo Tadino beffa Fermo. Il sindaco: «Pensavo che fossimo secondi»

MONTEGIORGIO - Niente da fare per il Fermano. E nemmeno per le Marche. Nella battaglia fra i campanili, a beffare tutti e vincere il Palio dei Comuni, con tanto di fuochi d’artificio conclusivi, è l’umbra Gualdo Tadino con Alessandro Gocciadoro sul sulky. Dietro Fermo (con Akela Palm Ferm condotto da Antonio Di Nardo) e, al terzo posto, i Comuni gemellati di Montechiarugolo e Loreto (con Great King Wine condotto da Vincezo Gallo).

Lavoro, movida e shopping. La ripartenza in tre mosse ora scommette sul Natale, aprono nuove attività

 

Questo il podio della finalissima che ha visto la partecipazione dei 12 cavalli emersi dalle 3 batterie con un testa a testa concluso dallo spunto di Global Trustworthy che è risalito dalle retrovie. Una delusione per Fermo che con la sua accoppiata cavallo-driver di prestigio puntava al sesto successo. Montegranaro si è dovuto accontentare del quarto posto e del quinto Porto Sant’Elpidio.

Il programma

La prova ha concluso un pomeriggio con una temperatura gradevole. Meglio così per l’edizione della ripartenza, anche se il Palio non si era fermato nemmeno nel 2020. Fra gli spettacoli collaterali, quelli delle bande musicali di numerosi centri; non sono mancate le miss, mentre Fermo ha monopolizzato la prima parte della giornata grazie ai tamburini e agli sbandieratori della Cavalcata. Il soprano dell’Est Julia Burdulì ha cantato l’Inno. Nella prima batteria la vittoria è andata a Montechiarugolo-Loreto su Falerone e Massa Fermana; nella seconda l’ha spuntata lo stesso Comune di Gualdo Tadino su Sant’Elpidio a Mare e Civitanova mentre la terza è stata appannaggio, con un bel margine, di Fermo su Porto Sant’Elpidio e Corridonia. Il presidente della Regione Francesco Acquaroli ha rimarcato l’importanza dell’ippodromo; al San Paolo anche il prefetto Vincenza Filippi e il deputato della Lega Mauro Lucentini, poi in pista per le premiazioni con le interviste di Daniela Gurini.

I partecipanti

Ai nastri di partenza in tutto 24 Comuni con una discreta presenza di fuori regione rappresentata da Castel Frentano dalla provincia di Chieti (Abruzzo), Montechiarugolo, in provincia di Parma (Emilia-Romagna), Assisi e, appunto, Gualdo Tadino (entrambi dalla provincia umbra di Perugia). Nel palmarès Fermo resta primo con 5 edizioni vinte. Al secondo posto Montegiorgio e Montegranaro, con 4. Montegiorgio ha vinto anche nel 2020 con Chief Orlando e ha ceduto ieri lo scettro. Nell’albo d’oro anche Magliano di Tenna, Monte San Giusto e Monte Urano con 3 vittorie, Montappone e Porto Sant’Elpidio con 2 e con 1 Civitanova, L’Aquila, Mogliano, Rapagnano e Torano Nuovo ai quali si affianca ora Gualdo Tadino che vince il primo Palio dopo un’ottima progtessione durante le ultime edizioni della gara.

I commenti

«Non volevo dare tutto subito - racconta il driver Gocciadoro -. Ho deciso di seguire la scia e poi giocarmi tutto con la rimonta in finale per stamparci sul palo prima di tutti. Il cavallo ha risposto bene e quindi è arrivata la vittoria». Alessia Mattii, presidente dell’ippodromo, è soddisfatta per il successo della manifestazione e ringrazia il numeroso pubblico presente «perché un abbraccio così ti rincuora e ti da la forza di continuare. L’ippodromo in questo 2021 ha cambiato il suo aspetto, ha migliorato la sua ospitalità e punta a diventare un luogo dove sport e agonismo saranno sempre più accompagnate da servizi per tutti e per tutta la famiglia». Anche Salvatore Mattii, prima della competizione, aveva parlato dell’importanza della vetrina rappresentata dal Palio dei Comuni per l’ippodromo di Piane di Montegiorgio, uno dei simboli dell’economia del Fermano, della sua voglia di successo e di primeggiare. Stavolta la vittoria finisce fuori regione. Ma, tant’è: il San Paolo vince lo stesso. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA