Cashback, i rimborsi dal 1 marzo. Cosa succede se i fondi stanziati non basteranno per tutti

Lunedì 11 Gennaio 2021
Cashback, i rimborsi dal 1 marzo. Cosa succede se i fondi stanziati non basteranno per tutti

Oltre 222 milioni di rimborsi in arrivo per 3,2 milioni di persone, per un importo medio di circa 69 euro a testa. È questo il bilancio dell'Extra Cashback di Natale. Non tutti gli iscritti al programma Cashback, tuttavia, riceveranno il rimborso entro il 1° marzo: per ottenerlo, infatti, servivano almeno 10 transazioni. Sono 3.230.906 i partecipanti che hanno superato questa soglia e che riceveranno rimborsi per complessivi 222.668.781 euro.

 

Ma a gettare ombre sull'iniziativa sono altri due fattor: più della metà delle operazioni coperte dal cashback erano già effettuate con moneta elettronica e se i fondi stanziati dal governo non basteranno per coprire le richieste, i rimborsi verranno proporzionalmente ridotti.

 


Dal 1° gennaio è partito il primo dei tre semestri in cui si articolerà il programma Cashback, che durerà fino al 30 giugno 2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA