William a Kate: «Ti amo, sei bellissima»
sì a Westminster, l'Inghilterra impazzisce

Venerdì 29 Aprile 2011
William e Kate, un bacio per la folla (foto Matt Dunham - Ap)
ROMA - William e Kate sono marito e moglie. Hanno pronunciato il fatidico «I will» sull'altare dell'Abbazia di Westminster davanti all'Arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams. La cerimonia del matrimonio tra il principe e Kate Middleton è cominciata alle 11 in punto (le 12 in Italia) ed è durata poco più di un'ora. Alle 11,20 l'Arcivescovo di Westminster ha proclamato William e Kate “man and wife”, marito e moglie, e fuori dalla Abbazia, a Hyde Park la folla esplode in applausi di gioia. Niente pioggia, contrariamente alle previsioni. Si calcola che l'evento sia stato seguito in tutto il mondo da due miliardi di spettatori.



Cerimonia altamente coreografica in una Londra blindata, ma assediata dai fan assiepati lungo il percorso dove hanno sfilato reali e ospiti diretti all'Abbazia, 1.900 invitati in tutto. Personalità e teste coronate e una folla di cappelli e cappellini: David e Victoria Beckham tra i primi (lei in nero), Elton John e consorte, il premier David Cameron con la moglie Samantha, ma senza cappello, con un gesto che sembra un clamoroso strappo alla tradizione.



William, secondo in successione al trono d'Inghilterra, indossava l'uniforme rossa di colonnello delle Irish Guards (casacca rossa con fascia azzurra, guanti bianchi, ma non il cappello di pelle di orso). Accompagnato dal fratello Harry, anche lui in alta uniforme, è arrivato all'abbazia di Westminster su una Rolls Royce con le insegne della Corona. Il principe aveva passato la notte a Clarence House, la casa del padre Carlo a Londra. Successivamente sono arrivati in abbazia il padre Carlo con Camilla e la regina Elisabetta II, vestita di giallo, insieme al principe Filippo.



Kate Middleton, con un diadema sulla testa, è arrivata all'abbazia con un minuto di ritardo rispetto alla tabella di marcia ufficiale. Il suo vestito da sposa è stato disegnato da Sarah Burton, la stilista di Alexander McQueen: un abito con un piccolo scollo a V, maniche lunghe di pizzo, uno strascico di tre metri retto dalla sorella Pippa che le fa da damigella d'onore. Prima di varcare la soglia dell'Abbazia, Kate si rivolge alla folla che per lei va in delirio, sorride, saluta.



William ha sorriso quando lei è entrata in chiesa, sciogliendo un po' la tensione.
Così come ha sorriso lei, emozionatissima, attraversando la lunghissima navata di Westminster Abbey tenuta per mano dal padre Michael.



Cantano anche la Regina ed Elton John.
Appena la sposa è giunta all'altare si è alzato un canto dell'inno dei gallesi al quale hanno partecipato tutti: a cantare, oltre agli sposi e a tutti gli invitati, anche la Regina Elisabetta e Elton John.



William al suocero: ma non doveva essere un matrimonio intimo?
Il principe William ha lanciato una battuta al futuro suocero Michael, quando sono arrivati all'altare. «Ma non doveva essere un piccolo matrimonio di famiglia?» ha detto William secondo quantoriporta la Press Association citando una professionista della lettura labiale.



«I love you, you look beautiful». Queste le prime parole di William a Kate sull'altare.



L'anello nuziale che William ha donato a Kate faticava ad entrare. Il principe ha dovuto forzare il cerchietto d'oro del Galles all'anulare della sposa.

William, per quanto lo riguarda, ha invece scelto di non portare la fede.



Kate non promette di obbedire al marito. Come era stato anticipato, Kate Middleton ha promesso di «amare, confortare, onorare e avere cura» del marito, ma non di obbedirgli. E' la stessa formula matrimoniale adottata a suo tempo dalla defunta madre dello sposo, principessa Diana.



Folla in delirio all'uscita.
Alla fine della cerimonia William e Kate, sono usciti dall'Abbazia al suono di un brano di William Walton, compositore britannico del Novecento, e non con la classica marcia nuziale. La folla fuori dall'abbazia è andata in delirio quando la coppia reale è apparsa nel piazzale tra lancio di coriandoli e scampanio a festa.



Will e Kate sulla stessa carrozza di Carlo e Diana. William e Kate sono saliti sulla carrozza scoperta trainata da sei cavalli, la stessa che ha riportato a Buckingham Palace Carlo e Diana, per rientrare a Palazzo Reale dopo il matrimonio. Kate è allergica al crine di cavallo ma ha retto al possibile attacco con perfetto aplomb e forse con l'aiuto di un antistaminico. Il corteo nuziale era composto da cinque carrozze in tutto, una degli sposi, una per la Regina, una ciascuno per il testimone, la damigella d'onore e i genitori degli sposi. Poco dopo l'arrivo della carrozza nuziale a Buckingham Palace è arrivata quella con la Regina Elisabetta e il principe Filippo.



«E' stato strabiliante, che giornata meravigliosa»: così la regina Elisabetta ha commentato, tornando a Buckingham Palace, il matrimonio di William e Kate. Lo dice un twitt della Bbc, confermando che la regina oggi era di ottimo umore.



Foto ufficiali. Subito dopo l'arrivo, il fotografo ufficiale degli sposi, Hugo Brunand, ha scattato le immagini ufficiali di William e Kate negli State Apartments di Buckingham Palace.



Due baci fugaci sul balcone. Conclusa la fase delle foto ufficiali, William e Kate si sono baciati sul balcone di Buckingham Palace dove si sono affacciati, come da tradizione, per salutare la folla in tripudio. Due baci molto fugaci e casti (quasi fraterni, che hanno deluso alcuni sudditi), intervallati da saluti e sorrisi verso la folla, mentre il principe richiamava l'attenzione della sposa verso il cielo per mostrarle gli spitfire della Raf in volo in loro onore. Sul balcone, oltre agli sposi, la regina Elisabetta, Carlo e Camilla, il principe Harry, la famiglia della sposa e i paggetti.



Ricevimento per 650 invitati. A Buckingham Palace la Regina Elisabetta ha offerto un ricevimento per 650 invitati. William si è cambiato dopo gli scatti ufficiali e con la sposa ancora nell'abito in stile Grace Kelly si è diretto al buffet su una Aston Martin decappottabile vintage infiocchettata e con la targa JU5T WED. William e Kate hanno tagliato la prima fetta della torta nuziale, a strati, realizzata da Fiona Cairns, coperta di panna e glassa bianca e decorata con 900 fiori di pasta di zucchero. Dopo che Elisabetta e il principe Filippo hanno lasciato il campo libero ai più giovani tornando a Windsor il principe Carlo ha offerto a 300 invitati una cena a tre portate prima del ballo coreografato da Pippa (Filippa all'anagrafe, la sorella della sposa) e Harry fino a notte fonda.



La gioia ha contagiato un paese intero: dalla Scozia alla Cornovaglia i sudditi hanno celebrato partecipando a uno degli oltre 5.000 street party: uno anche a Downing Street con il premier David Cameron. A Brick Lane il quartiere multietnico si è unito ai due miliardi che in mondovisione hanno festeggiato con kebab islamici e inglesissimi pasticcini da tè in tv e su YouTube.



William e Kate nominati duchi di Cambridge. La Regina Elisabetta ha nominato William e Kate Duca e Duchessa di Cambridge, conferendo loro, quindi, il titolo più alto nel sistema nobiliare inglese. William e Kate diventano anche conte e contessa di Strathearn e barone e baronessadi Carrickfergus. Come da tradizione, quindi, i principi di casa reale hanno ricevuto un titolo nobiliare deciso dalla Regina il giorno del matrimonio.



Come Duchessa, Kate è tecnicamente la principessa William of Wales, ma non la principessa Kate (o Catherine), perché non è principessa per diritto di nascita. Lo stesso per un'altra "commoner" cugina acquisita della Regina, la principessa Michael di Kent, che ha preso il nome del marito Michael all'atto del matrimonio.



Nell'area dell'Abbazia la polizia ha effettuato alcuni arresti,
tra cui uno per molestie sessuali. Gli altri casi riguardano reati di droga, ubriachezza, armi, furti e minacce all'ordine pubblico.



Disordini a Soho, anarchici fermati.
Scotland Yard ha fermato e perquisito un piccolo gruppo di anarchici a Soho Square, nel centro di Londra, che si copriva il volto con maschere della famiglia reale o con bandane e che cantava "Viviamo tutti in un regime fascista" sulle note di "We all live in a yellow submarine". Almeno un arresto è stato effettuato.



Tre persone sono state arrestate a Londra perchè volevano mettere in scena una "finta esecuzione" con ghigliottina di fronte a Westminster Abbey. Chris Knight, 68 anni, capo del gruppo anti-capitalista Government of the Dead, è stato fermato nella sua casa di Brockley a sud di Londra con la compagna Camilla Powe, 60 anni, e il 45enne Patrick Macroidan che era vestito nei panni del boia. La polizia ha confiscato una ghigliottina che i tre pensavano di usare per la protesta anti-reali nel giorno del matrimonio di William e Kate.



William e Kate: la riscossa di un ragazzo

contro il proprio dolore
Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 17:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA