Vaccini, clamoroso in Nigeria: «Distrutte 1 milione di dosi di AstraZeneca». Ecco perché

Vaccini, clamoroso in Nigeria: «Distrutte 1 milione di dosi di Astrazeneca». Ecco perché
Vaccini, clamoroso in Nigeria: «Distrutte 1 milione di dosi di Astrazeneca». Ecco perché
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Dicembre 2021, 23:05

Quello che è successo in Nigeria ha dell'incredibile. Un milione di dosi del vaccino AstraZeneca sono state distrutte dalle autorità. «Stavano scadendo», hanno fatto sapere dalla capitale Abuja, sostenendo che i donatori internazionali avevano consegnato le fiale in una data troppo prossima alla scadenza. Impossibile, dunque, somministrarli in tempi così stretti in un Paese che conta più 200 milioni di abitanti.

Secondo la versione offerta dal governo nigeriano, infatti, la consegna delle confezioni del siero anti Covid-19 avvenuta a ottobre. Ma quando i medici hanno avuto a disposizione le fiale si sono accorti che la loro scadenza era a novembre. Troppo poco tempo per poterle somministrare alla popolazione, in un Paese dove nelle ultime due settimane i casi sono aumentati di oltre il 500%, con appena il 4% dei 200 milioni di abitanti vaccinato con due dosi.

Per questo, di fronte ai rappresentanti delle autorità sanitarie e ai giornalisti, le dosi sono state distrutte da un bulldozer all'interno di un piazzale nel quale erano custodite in degli scatoloni. Secondo Shuaib, direttore dell'ente sanitario National Primary Health Care Development Agency (NPHCDA), la colpa della situazione attuale è del «nazionalismo dei vaccini» in vigore nei Paesi sviluppati, che si sono accaparrati i vaccini e se li sono tenuti «fino a quando stavano per scadere», prima di donarli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA