Summertime sadness: cos'è
la depressione estiva e come si cura

Summertime sadness:
cos'è la depressione
estiva e come si cura
Agognate ferie. Fine della routine giornaliera. Giornate interminabili di relax. Per alcuni un sogno. Per altri, un incubo. Già, perchè c'è chi soffre di mal d'estatee invece di godersi la spensieratezza dei giorni di vacanza, cade in depressione.

Come rilassarsi in vacanza dimenticando lo stress: i consigli per i malati di lavoro

Si chiama Summer Sadness (Seasonal Affective Disorder ovvero disturbo affettivo stagionale) ed è presente come vera e propria malattia nel DSM. I sintomi sono più o meno gli stessi della depressione canonica: scarsa voglia di fare le cose, tristezza, pigrizia a livello fisico e psicologico, inappetenza, insonnia, agitazione e ansia. Solo che si manifestano in concomitanza con un cambiamento climatico e ambientale che influisce negativamente sull'umore. 

Esiste, infatti, anche una depressione invernale (winter-SAD) che compare durante i mesi freddi. Nel down estivo, però, la persona tende a perdere appetito, sonno, peso ed è piuttosto agitata.
È stato Norman Rosenthal, professore di psichiatria alla Georgetown University School of Medicine di Washington ad individuare questo disturbo.

«Si parla di summer-SAD - ha spiegato Rosenthal -  quando le persone si deprimono a causa delle giornate che si allungano e diventano più calde, mentre stanno bene in inverno. Non si conoscono le cause, ma ci sono alcune ipotesi sulla sua origine, come l'eccessivo calore e la troppa luce che agendo su melatonina e serotonina, stimolerebbe una certa malinconia, dovuta a un cambiamento troppo improvviso del bioritmo. In ogni caso la forma estiva è più pericolosa di quella invernale, in quanto possono più facilmente essere presenti pensieri suicidari.».

COSA FARE SE SI SOFFRE DI QUESTO DISTURBO

1. EVITARE IL CALDO


Meglio non esporsi al sole nelle ore più calde e rimanere a casa in compagnia dell'aria condizionata. Questo non significa chiudersi nell'isolamento più completo, ma evitare il momento della giornata in cui la luce e il caldo sono eccessivi.

2. COMBATTERE L'INSONNIA

Per dormire meglio, si può scegliere una tisana apposita per conciliare il sonno. E poi, per evitare di far filtrare la luce, ricordarsi di chiudere le finestre per bene. 

3. CONTRASTARE LA PIGRIZIA

Sforzarsi di programmare la giornata con attività differenti, aiuta. È fondamentale concentrarsi su qualcosa che dia veramente piacere e sia di stimolo così da contrastare la depressione.

4. CHIEDERE AIUTO

Ovviamente se i sintomi continuano a manifestarsi, bisogna chiedere aiuto ad un esperto. Non ci si deve vergognare, anzi. Seguire una terapia specifica significa curarsi ed evitare che il problema si cronicizzi. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Agosto 2019, 16:36 - Ultimo aggiornamento: 08-08-2019 18:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO