Stefano delle Chiaie morto a Roma: il neofascista
accusato e poi prosciolto per la strage di Bologna

Morto Stefano delle Chiaie:
accusato e poi prosciolto
per la strage di Bologna
Stefano delle Chiaie è morto la notte scorsa a Roma all'età di 82 anni. Esponente della Destra radicale, già nel Movimento Sociale Italiano e fondatore di Avanguardia Nazionale, fu assolto per insufficienza di prove per la strage di Bologna. Delle Chiaie è deceduto la notte scorsa all'ospedale Vannini.

Nato a Caserta nel 1936 per anni, pur di sfuggire alla Giustizia italiana, ha vissuto da latitante fino a quando il 27 marzo del 1997 a Caracas non venne catturato dalla Polizia italiana. A 14 anni, aveva aderito all'Movimento Sociale Italiano per poi uscirne pochi anni dopo insieme a Pino Rauti e fondare il Centro Studi Ordine Nuovo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Settembre 2019, 09:02 - Ultimo aggiornamento: 10-09-2019 17:43

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti