Giovane coppia svaligia la cassaforte
dei genitori e fugge con 600mila euro

Giovane coppia svuota
la cassaforte dei genitori
e scappa con 600mila euro
ROMA - Pensavano di averla fatta franca con il bottino in tasca. Dopo aver saccheggiato la cassaforte della famiglia di uno dei due, derubando ben 600mila euro, erano arrivati già al nord ma sono stati fermati dagli agenti di polizia di Pavia. C.M., 31 anni originario di Guidonia Montecelio (Roma) e la sua fidanzata, P.G., romana di 32 anni, sono stati ritenuti responsabili di un ingente furto messo a segno nei giorni precedenti al 7 aprile scorso a Guidonia Montecelio. 

All'epoca, la sorella del ragazzo si era rivolta al commissariato di Tivoli, diretto da Roberto Arneodo, per sporgere denuncia di furto. La giovane si era accorta, rientrando a casa, che la cassaforte nascosta dentro un tombino della pavimentazione nella villetta in cui abita con i genitori, era stata svuotata di tutti i risparmi. Una somma affatto marginale di 600mila euro, messi insieme dai familiari che gestiscono un'attività commerciale in zona. 

Da qui sono partite le indagini, anche perché l'abitazione non presentava segni di effrazione mentre la cassaforte era stata aperta con l'utilizzo di un frullino. I sospetti della ragazza fin da subito sono ricaduti sul fratello e sulla compagna che si erano allontanati da casa dopo una lite accesa con il padre. 

Grazie alle note di ricerca dei due, inserite nei terminali dagli investigatori del commissariato di Tivoli, i poliziotti di Pavia hanno potuto rintracciare la coppia all'interno di un albergo a Gerola con al seguito 330 mila euro e 4 orologi provento del furto. Al termine delle formalità di rito, i due sono stati tasferiti in carcere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Luned├Č 16 Aprile 2018, 18:13 - Ultimo aggiornamento: 16-04-2018 19:09

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO