Non fumare ci spinge verso il cibo?
Ricerca svela: «È solo un luogo comune»

Non fumare ci spinge verso
il cibo? Una ricerca svela:
«È solo un luogo comune»
Smettere di fumare ci fa pensare di più al cibo? O ancora, nei momenti in cui non possiamo accendere una sigaretta, ricorriamo al cibo per compensare? Un nuovo studio sfata questa credenza, per cu si pensa che sia un meccanismo che scatta in molti fumatori. L'astinenza dal fumo non influisce infatti in maniera importante sulla motivazione che spinge verso il cibo.

Leggi anche > Influenza, l'allarme dell'esperto: «Quest'anno meno casi ma più aggressivi»

La ricerca, dell'Università di Buffalo e pubblicata sulla rivista Drug and Alcohol Dependence, ha preso in esame 50 partecipanti, tutti i fumatori che si erano astenuti per 12 ore e che in un altra fase dell'esperimento non lo hanno invece fatto, a cui sono stati dati dei soldi da spendere per le loro scelte. Sono stati infatti messi di fronte a tre scatole con tre oggetti: la loro marca preferita di sigarette, una barretta di cioccolato che in precedenza avevano mostrato di gradire o un bicchiere d'acqua. Ogni partecipante, visto il contenuto della scatola, doveva indicare il suo desiderio su una scala da 1 a 7 e decidere quanto di una quota di nove dollari impegnare per averlo. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 20 Settembre 2019, 17:23 - Ultimo aggiornamento: 20-09-2019 17:33

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO