Muore a 17 anni una settimana dopo essere stato colpito da una medusa: «È l'esemplare più velenoso al mondo»

Giovedì 4 Marzo 2021
Muore a 17 anni una settimana dopo essere stato colpito da una medusa: «È l'esemplare più velenoso al mondo»

CAPE YORK - Terrore in spiaggia, torna l'incubo delle meduse velenose. Un ragazzo di 17 anni è morto una settimana dopo essere stato punto da una medusa mentre nuotava in una spiaggia a Cape York occidentale del Queensland. Si tratta del primo caso di morte per una medusa in Australia da 15 anni. 

 

 

Il ragazzo si è sentito male dopo essere stato colpito. Un portavoce del Royal Flying Doctor Service ha detto che una squadra è volata da Cairns e ha stabilizzato l'adolescente prima di trasferirlo all'unità di terapia intensiva dell'ospedale di Townsville. Un portavoce della polizia del Queensland ha confermato che l'adolescente è morto in ospedale lunedì a causa del veleno rilasciato dalla medusa.

 

La biologa marina ed esperta di meduse, Lisa-ann Gershwhin, ha affermato che la morte dell'adolescente si sarebbe potuta evitare con migliori risorse e una maggiore sensibilizzazione sul problema delle meduse: «Ci sono programmi educativi, ci sono reti da pungiglione, ci sono indumenti protettivi. Ci sono tutte queste cose che usiamo nelle aree più popolate del Queensland, a Cairns, Townsville e Mackay». La medusa da cui è stato colpito il 17enne si tratta della più velenosa del pianeta per questo è bene sensibilizzare i bagnanti sui rischi e le misure preventive. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA