Infarto al ristorante, sindaca vicina di tavolo rianima 55enne: «Prima di tutto sono un'infermiera»

Sindaca salva la vita a un uomo colpito da infarto
Sindaca salva la vita a un uomo colpito da infarto
di Cesare Arcolini
4 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Novembre 2022, 09:23

LOREGGIA - Il pranzo domenicale ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Ma se la vittima di un infarto riuscirà a ristabilirsi dovrà a lungo ringraziare il sindaco del paese che l’ha rianimato per interminabili minuti. «Sono un’infermiera prestata alla vita amministrativa - si schernisce Manuela Marangon - ho fatto solo il mio dovere, non mi sento un eroe, ma una donna che ama il proprio lavoro».


L’INTERVENTO
Un uomo di 55 anni ad un tratto si è accasciato sul piatto privo di sensi. Era andato a pranzo con amici al ristorante Bracco di via Loreggiola a Loreggia. A salvarlo è stato la sindaca, infermiera professionale di lunga data che gli ha prestato i primi soccorsi. «Mi trovavo a pranzo anch’io - ha raccontato ieri pomeriggio - ad un tratto ho sentito gente urlare, ho visto un uomo in grave sofferenza e non ho esitato ad avvicinarmi per sincerarmi di cosa fosse accaduto. C’è voluto poco a capire che era stato colpito da un infarto. Grazie anche ad altre persone presenti - ha continuato - l’abbiamo adagiato a terra. Poi gli ho praticato il massaggio cardiaco fino all’arrivo dei soccorritori. La situazione è apparsa critica, ho svolto la rianimazione per diversi minuti. Mi auguro che la persona possa riprendersi e che il malore non gli abbia provocato particolari scompensi».


LA PAURA
In via Loreggiola subito dopo l’allarme ai numeri d’emergenza sono arrivati i sanitari del Suem 118 e i carabinieri. L’infartuato è stato stabilizzato dal personale medico e successivamente trasportato in ospedale. E’ in prognosi riservata, saranno decisivi i prossimi giorni per valutarne i tempi e le possibilità di recupero. Anche il titolare del ristornate Bracco ieri ha commentato: «Stavamo lavorando a pieno ritmo per il pranzo domenicale, ad un tratto sono stato avvisato che una persona tra i nostri clienti si era sentita male. Come attività ristorativa ci siamo subito messi a disposizione per aiutare la persona in difficoltà. Il resto l’ha fatto il nostro sindaco Manuela Marangon che ha svolto un lavoro di rianimazione enorme prima dell’arrivo dei soccorritori. La ringrazio personalmente per il suo operato. Per quel che riguarda il nostro cliente e i suoi familiari più stretti, non posso che augurargli una pronta guarigione, auspicando che il malore non gli abbia lasciato strascichi importanti».
Non appena i sanitari hanno ricoverato la persona che si è sentita male, a poco a poco la situazione al noto ristorante di Loreggia è tornata alla normalità e tutti i presenti hanno potuto proseguire il loro pranzo domenicale. Ai carabinieri nel sopralluogo il compito di accertare gli eventi. Fin da subito è stata esclusa la complicità di terzi. Il cinquantacinquenne non presentava particolari patologie. Quando si è seduto a tavola non appariva in difficoltà. L’infarto è stato un evento improvviso che l’ha colpito di sorpresa senza un motivo particolare. Anche le persone che erano sedute al suo fianco hanno riferito ai sanitari che l’uomo fino a pochi minuti prima era in perfetta forma. Nulla che facesse ipotizzare un epilogo del genere.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA