Gratta e Vinci rubato, scarcerato il tabaccaio che derubò la cliente anziana: «Incapace di intendere e di volere»

Gaetano Scutellaro fu arrestato a Fiumicino durante la fuga, mentre stava per partire per le Canarie. È stato giudicato parzialmente incapace di intendere e di volere durante il furto

Lunedì 7 Febbraio 2022
Gratta e Vinci rubato, scarcerato il tabaccaio che derubò l'anziana: «Incapace di intendere e di volere»

È stato scarcerato Gaetano Scutellaro, il tabaccaio che rubò a un'anziana un Gratta e Vinci da 500 mila euro a Napoli. La signora aveva comprato il tagliando proprio nel suo negozio e poi aveva denunciato il furto. Ora questo uomo, che è diventato famoso per essere fuggito con il biglietto vincente, è stato scarcerato. 

 

 

 

 Il tabaccaio scappò e fu arrestato a Fiumicino, dove era in proncinto di partire per le Canarie. Il suo avvocato Vincenzo Strazzullo sostenne sin dal primo minuto che l’uomo era malato e non si poteva curare in carcere. E proprio questa tesi difensiva, confermata da una perizia psichiatrica, ha portato alla scarcerazione. 

 

 Come riporta Il Mattino, Scutellaro ha ottenuto gli arresti domiciliari dopo che la psichiatra Adele Masi, consulente d’ufficio del giudice per le indagini preliminari Marco Giordano, ha certificato che all’epoca dei fatti «era in uno stato di incapacità parziale di intendere e di volere». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA