Gemellini a letto con i coltellini sotto
i cuscini: «Papà voleva ammazzarci»

Gemelli a letto con i coltellini
sotto i cuscini: «Papà
voleva ammazzarci»
PADOVA - Un incubo durato otto anni per una mamma e i suoi due gemelli di 11 anni. Il marito, un 50enne padovano, dal 2007 li ha pestati con calci, pugni, schiaffi. Un tiranno, che non ha dato tregua alla moglie e ai gemelli, mentre avrebbe risparmiato delle sue attenzioni un terzo figlio. In almeno un paio di occasioni la compagna è finita al pronto soccorso, dove i medici l'hanno dichiarata guaribile in sette giorni. Un giorno il marito l'ha picchiata a sangue davanti agli occhi dei due gemelli. Il cinquantenne pestava figli e moglie sempre da sobrio, non si è presentato a casa mai ubriaco.

La luce in fondo al tunnel, per la mamma e i suoi figli, è arrivata all'inizio di quest'anno. Disperati si sono rivolti a un legale e l'avvocato ai primi di febbraio ha presentato una denuncia in Procura. Sono così scattate le indagini. Al cinquantenne è stato fatto divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie e dai figli. Ora è imputato in un processo per il reato di maltrattamenti in famiglia. I due gemelli sono stati ascoltati dagli inquirenti nella comunità protetta I Girasoli. «Papà voleva ammazzarci» hanno dichiarato. Hanno raccontato che per paura di essere pestati dal genitore, dormivano con dei coltellini svizzeri e i telefoni cellulari nascosti sotto i cuscini. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 16 Novembre 2016, 15:55 - Ultimo aggiornamento: 16-11-2016 16:29

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO