Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi: 237 morti e 11.252 casi positivi I DATI

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi domenica 31 gennaio: i dati alle 17
Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi domenica 31 gennaio: i dati alle 17
di Simone Pierini
3 Minuti di Lettura
Domenica 31 Gennaio 2021, 16:16 - Ultimo aggiornamento: 17:57

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi: i dati del Ministero della Salute di domenica 31 gennaio. Nel giorno che precede il cambio di colore di diverse regioni, i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 11.252 con 213.364 tamponi (ieri erano stati 12.715 con 298.010 tamponi). 237 i morti (ieri erano stati 421). Con 20.396 dimessi e guariti in più gli attualmente positivi sono 453.968, 9.389 in meno rispetto a ieri quando c'era stato un calo di 4.472 unità. La percentuale di tamponi positivi è al 5.2%.

Il totale delle vittime da coronavirus nel nostro Paese dall'inizio della pandemia sale a 88.516. Dei 237 decessi di oggi 39 provengono dal Lazio, 35 dalla Sicilia, 24 dalla Lombardia, 22 dall'Emilia Romagna. La Regione più colpita è ancora la Lombardia con 1.438 casi, seguito da Campania (1.401), Emilia Romagna (1277), Puglia (1069), Lazio (943), Sicilia (716).

IL BOLLETTINO DI OGGI (clicca per visualizzare il pdf)

Il totale dei casi di Covid-19 dall'inizio della pandemia in Italia è dunque di 2.553.032, di cui 88.516 morti e 2.010548 dimessi e guariti, 20.396 nelle ultime 24 ore. I pazienti attualmente positivi sono 453.968, ieri erano 463.352, un calo di 9.389 unità. I tamponi effettuati fino ad oggi sono 33.666.726, mentre il totale delle persone testate è di 17.005122. I tamponi totali (molecolari più antigenici) effettuati oggi sono 213.364 (ieri erano stati 298.010).

Del totale dei positivi sono 431.657 quelli in isolamento domiciliare (-9.379), 20.096 ricoverati in altri reparti (-2) mentre i malati in terapia intensiva sono 2.215 (-3). Gli ingressi di oggi in terapia intensiva sono invece 97 (ieri erano 132): il dato peggiore è del Lazio (12), seguita da Emilia Romagna e Puglia (10).

© RIPRODUZIONE RISERVATA