Trova 1300 euro, tunisino li porta dai carabinieri per restituirli ai proprietari: «Era il mio dovere»

Il 28enne Yassine Bellouki protagonista del comportamento esemplare: «Vorrei solo diventare cittadino italiano»

Sabato 1 Gennaio 2022
Trova 1300 euro, tunisino li porta dai carabinieri per restituirli ai proprietari: «Era il mio dovere»

Quei 1300 euro in contanti, trovati a terra davanti ad un bancomat, avrebbero fatto gola a molti. Lui, però, ha deciso di portarli ai carabinieri, sperando che potessero riuscire a ritrovare i legittimi proprietari.

 

 

 

Protagonista dell'insolita vicenda, avvenuta il 24 dicembre scorso a Sarmeola di Rubano (Padova), è un 28enne tunisino, Yassine Bellouki. Il giovane, dopo aver trovato quella notevole somma a terra, invece di tenerla per sé ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. I militari, alla fine, sono riusciti a risalire ai legittimi proprietari ma solo dopo Natale, quando la filiale della banca ha riaperto. Grazie al registro delle transazioni del bancomat, è stato possibile identificare i proprietari: si tratta di una coppia di anziani coniugi, che avevano ritirato l'ingente somma per fare i regali ai nipoti e per la spesa di Natale.

 

Una volta ritrovata la coppia, è stato lo stesso Yassine a presentarsi in caserma per riconsegnare il denaro. I coniugi avevano voluto dare al giovane una ricompensa, ma il 28enne, che vive e lavora in Italia da 12 anni, l'ha rifiutata. «Non merito una ricompensa, ho fatto solo quello che era il mio dovere» - ha spiegato Yassine - «Il mio unico desiderio è diventare cittadino italiano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA